Scritto da: Lina Viglione

Pensieri nostalgici

Non lasciamoci sopraffare dalla nostalgia è sempre meglio pensare al presente perché,
La nostalgia si accartoccia come un foglio tra le mani di ciò che resta di ieri, sono solo cenere che prende il volo nella canna fumaria del tempo e una traballante equilibrista fune del passato, non è altro...
[continua a leggere »]
Lina Viglione
Composto domenica 16 agosto 2911
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Lina Viglione

    La scrittura e la mia ancora di salvezza

    Capitolo: LA VITA E UN REBUS .
    Ho una buona memoria e il dimenticatoio vuoto! Amo, ricordarmi tutto. Momenti felici e meno. Amo i pensieri, i ricordi, sentire la tristezza di quel momento e trasformarla in speranza con un sorriso a gioia, e non mi abbandono alla disperazione a causa di ciò che è passato, ma far si che la mia... [continua a leggere »]
    Lina Viglione
    Composto martedì 18 luglio 2000
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Lina Viglione

      Oltre l'infinito

      Tra le corde della mia anima, e nel silenzio dei miei pensieri spesso mi smarrisco e rincorro le nuvole... sono così veloci che mi smarrisco in fretta, dimenticando la direzione giusta. Nella nuova alba che mi avvolge raccolgo, ogni attimo, ogni raggio di sole, ogni fragile paura. Ogni nota di... [continua a leggere »]
      Lina Viglione
      Composto venerdì 17 novembre 2000
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Lina Viglione

        LA PACE TRA' SORELLE

        Il tempo e la distanza hanno ingigantito i rancori tra noi. Ora i litigi sono finiti, ma le ostilità vanno a gonfie vele. Anche se poi in effetti i motivi dell'incomprensioni non sono mai stati così gravi. Solo che ognuno di loro sentendosi dalla parte della ragione, non si vuole cedere. O all... [continua a leggere »]
        Lina Viglione
        Composto mercoledì 3 aprile 1996
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Lina Viglione

          Gioia e dolore

          La gioia è il vostro dolore sono senza maschera, e il pozzo da cui scaturisce il nostro riso, è anche colmo di lacrime. Quanto più a fondo ci scaviamo il dolore, tanta più gioia potrebbe contenere. La coppa che contiene il nostro vino non è forse la stessa bruciata nel forno del vasaio? E il... [continua a leggere »]
          Lina Viglione
          Composto venerdì 16 settembre 2011
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di