Questo sito contribuisce alla audience di

I migliori racconti di Giuseppe Catalfamo

Attendo sempre una nuova passione., nato sabato 6 ottobre 1962 a Genova (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Poesie, in Umorismo, in Frasi per ogni occasione e in Proverbi.

Scritto da: Giuseppe Catalfamo

Danisa (nome di fantasia)

Quanto bene hai voluto alla tua bimba,
quanto amore gli hai dato in assenza della mamma,
la accudivi, la cambiavi come fosse una bambola,
non la volevi abbandonare mai,
sempre tu volevi starle a fianco.

Neanche ai nonni,
che pure erano così amorevoli e disponibili la concedevi,
troppo amore per...
[continua a leggere »]
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Giuseppe Catalfamo

    Sigilfredo. Il vero "uomo" Infame. (Completo)

    Il volo di mio padre

    17 Novembre 1982. Ore 17.30.
    Scuola Interforze di Telecomunicazioni, Slelmilit Chiavari.
    Compagnia Comando e Servizi.
    Infermeria.

    "Signor Catalfamo vada subito in fureria
    c'è una telefonata per lei".
    "Pino... sono la mamma... papà è all'ospedale,
    vieni subito a casa,
    stai...
    [continua a leggere »]
    Composto giovedì 19 maggio 2011
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Giuseppe Catalfamo

      1a Parte. Sigilfredo. L'uomo più infame

      17 Novembre 1982. Ore 17.30.
      Scuola Interforze di Telecomunicazioni, Slelmilit Chiavari.
      Compagnia Comando e Servizi.
      Infermeria.

      "Signor Catalfamo vada subito in fureria
      c'è una telefonata per lei"
      "Pino... sono la mamma... papà è all'ospedale, vieni subito a casa, stai tranquillo comunque...
      [continua a leggere »]
      Composto domenica 20 marzo 2011
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Giuseppe Catalfamo

        Assassina con la c

        Gli apparve repentinamente, immane figura,
        avvolta completamente da un drappo nero.
        Ve n'erano un'infinità, ma quella fu chiaro, gli apparteneva.
        Lo comprese all'istante per come gli si propose,
        arrogante e sinuosa, quasi comunicando telepaticamente.
        Non aveva occhi né corpo, sembrava un...
        [continua a leggere »]
        Composto venerdì 16 ottobre 2009
        Vota il racconto: Commenta