Questo sito contribuisce alla audience di

Racconti di Francesca Alleva

Scrivere, nato a Milano (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Poesie, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritto da: Francesca Alleva

E poi ci sono quelle persone solitarie

E poi ci sono quelle persone solitarie. Non sole, non tristi; solitarie. Se ne vanno in giro con il loro mondo come uno zaino sulle spalle e la sicurezza invidiabile e unica di chi sta bene con se stesso. Quelle persone che quando le vedi camminare ti senti di troppo e l'unica cosa che vorresti... [continua a leggere »]
Composto venerdì 3 maggio 2013
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Francesca Alleva

    E poi ci sono quelle persone...

    E poi ci sono quelle persone solitarie. Non sole, non tristi; solitarie. Se ne vanno in giro con il loro mondo come uno zaino sulle spalle e la sicurezza invidiabile e unica di chi sta bene con se stesso. Quelle persone che quando le vedi camminare ti senti di troppo e l'unica cosa che vorresti... [continua a leggere »]
    Composto venerdì 3 maggio 2013
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Francesca Alleva

      Eppure lo sapevo, che sarebbe andata così.

      Con me le persone hanno preso il vizio di darmi senza che niente venga chiesto loro e di togliermi, non appena ho fatto spazio nella mia vita per il loro dono. Lasciano, immancabilmente, un vuoto. Eppure lo sapevo, che sarebbe andata così. Non chiedevo niente, e mi hai dato. Non chiedevo sorrisi... [continua a leggere »]
      Composto domenica 10 marzo 2013
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Francesca Alleva

        Equilibrista

        "Era una ragazza normalissima, davvero, non aveva mai dato segni di squilibrio." "Sì confermo, ricordo quando teneva aperto il cancello a chi doveva entrare nel palazzo..." "si ricorda di quando portò la spesa al vecchio del 5 piano, l'ascensore era rotto?..." "una vicenda particolare quella che... [continua a leggere »]
        Composto sabato 3 agosto 2013
        Vota il racconto: Commenta