Scritto da: Elisabetta

Il lupo e il cane

Capitolo: 226
Un lupo, vedendo un cane molto grosso legato a un collare, gli domandò: "Chi ti ha legato e ti ha poi fatto crescere così tanto?". E quello rispose: "Un cacciatore".  "Non possa mai soffrire ciò qualche cane a me amico: la fame e il collare sono del medesimo peso!". [continua a leggere »]
Esopo
dal libro "Favole" di Esopo
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Elisabetta

    Il lupo e l'agnello

    Capitolo: 221
    Un lupo che aveva visto un agnello intento a bere presso un fiume volle divorarlo, accampando una motivazione che fosse plausibile. Perciò, nonostante si trovasse più a monte, prese ad accusare l'agnello dicendo che gli intorbidiva l'acqua, impedendogli di bere. Ma il lanuto rispose che stava... [continua a leggere »]
    Esopo
    dal libro "Favole" di Esopo
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Elisabetta

      Il lupo pastore

      Un lupo che non aveva avuto molta fortuna nell'andare a caccia di pecore e che non mangiava da parecchi giorni, studiò un'astuta soluzione per riempirsi la pancia. Si avvicinò piano piano ad un gregge mentre il pastore e il cane dormivano e, impadronitosi del mantello, del cappello e del bastone... [continua a leggere »]
      Esopo
      dal libro "Favole" di Esopo
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Elisabetta

        Il malato e il medico

        Capitolo: 134
        Un medico chiese al suo ammalato come stava, e quello gli rispose che aveva sudato in modo anormale. "Molto bene", disse il medico. Tornò una seconda volta a chiedergli come stava, e quello rispose che era stato colto da un brivido che l'aveva scosso da capo a piedi. "Molto bene anche questo... [continua a leggere »]
        Esopo
        dal libro "Favole" di Esopo
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Elisabetta

          Il naufrago e il mare

          Capitolo: 245
          Un naufrago, gettato a riva dalle onde, dormiva sfinito dalla stanchezza; ma dopo un po' di tempo, levatosi in piedi, come vide il mare, cominciò a rimproverarlo, poiché esso allettava con la sua gentilezza d'aspetto gli uomini, per poi, dopo averli accolti nelle sue acque, diventare selvaggio e... [continua a leggere »]
          Esopo
          dal libro "Favole" di Esopo
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di