Scritto da: Cleonice Parisi

L'ultimo ballo

"Solo chi avrà danzato con ogni dama e cavaliere della sua sala da ballo, potrà poi superare il loro inganno, solo guardando nel profondo degli occhi di ciascuno si potrà riconoscerne le malvagie radici. Solo divenendo noi stessi inganno, potremo poi combattere il demone, non prima.
Non può un...
[continua a leggere »]
Cleonice Parisi
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Cleonice Parisi

    L'uomo delle patate

    Camminai tra le spiagge assolate, cercando solo patate.

    E la voce del mare disse:

    Tu cerchi patate, la spiaggia è foriera di ben altri beni, cerca con occhi adatti il tuo cibarti.

    Ma io sono un uomo, e qui vedo solo conchiglie e stelle marine, io mi cibo d'altro, offrimi patate...
    [continua a leggere »]
    Cleonice Parisi
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Cleonice Parisi

      L'uomo e il suo peso

      Un uomo portava sulle spalle un peso, con grande amarezza e tristezza. Ma procedendo lungo il cammino, finì per accettarlo e nell'abituarsi quasi non lo sentì più.

      Un giorno un altro uomo lo raggiunse dicendo:

      Fratello ti ammiro, cammini su questo sentiero portando un così grande fardello...
      [continua a leggere »]
      Cleonice Parisi
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Cleonice Parisi

        L'Uomo Severo e il Triste Sentiero - La Favola del Sorriso

        Un Uomo Severo prese da se un Triste Sentiero, e quando si trovò a metà della sua strada, la sua voce disperata trafisse la Vita come una spada:
        Vita sei un ingrata!
        La Vita si sentì profondamente ferita e nel risponder turbata, disse:
        Uomo la Vita ti sopporta, e il tuo peso malvolentieri...
        [continua a leggere »]
        Cleonice Parisi
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Cleonice Parisi

          L'Uomo Severo e il Triste Sentiero – La favola del Sorriso chiave del Paradiso

          Un Uomo Severo prese da se un Triste Sentiero, e quando si trovò a metà della sua strada, la sua voce disperata trafisse la Vita come una spada:
          Vita sei un ingrata!
          La Vita si sentì profondamente ferita e nel risponder turbata, disse:
          Uomo la Vita ti sopporta, e il tuo peso malvolentieri...
          [continua a leggere »]
          Cleonice Parisi
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di