Scritto da: Cleonice Parisi
Un Tizio nello spogliarsi dal peso del Giudizio, si lanciò da un precipizio dando al suo Volo inizio.
Il Giudizio lo stava stupito a guardare e poi incominciò a parlare:
Io sono come il mare, o bere o affogare!
E il Tizio che era ormai libero dal peso del Giudizio, rispose:
Preferisco affogare...
[continua a leggere »]
Cleonice Parisi
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Cleonice Parisi

    A partire da te

    Un grande cielo, un semplice filo d'erba, che implora acqua per sopravvivere alla siccità del suo cuore. Ed una risposta inattesa, che lo delude:

    Bevi del tuo pianto!

    Ma nel proferir del cielo non vi è improvvisata parola, il senso profondo appare a chi nel suo dir le labbra vorrà inumidir...
    [continua a leggere »]
    Cleonice Parisi
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Cleonice Parisi

      Accetta la tua essenza

      A te che sei rosa del vivere, accetta la tua essenza. Non vi è rosa senza spine, a te che appari dal finir della notte, nel correre incontro all'aurora di un nuovo sole.

      Accetta la tua essenza, luci e ombre danzano vicine nell'alternarsi delle stagioni, in un armonica appartenenza.

      Non...
      [continua a leggere »]
      Cleonice Parisi
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Cleonice Parisi

        Amore

        Sole e Luna si presero per mano ed insieme presero a fare un eterno girotondo. Il cielo prese ad alternare la luce al buio e fu allora che gli uomini capirono di dover imitare la loro danza.

        Uomini dalla pelle bianca presero per mano uomini dalla pelle nera, i quali a loro volta presero per...
        [continua a leggere »]
        Cleonice Parisi
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Cleonice Parisi

          Anche io ti sono figlia

          Un giorno giunse al mondo la Speranza, e il Padre della Vita la guardò con grande tristezza, dicendole:

          Sei figlia degli uomini e come tale non ti rinnegherò, ma il tuo canto molto male farà.

          Rispose la Speranza:

          Padre, sono adorna di candide vesti, e il mio canto è dolce più del miele...
          [continua a leggere »]
          Cleonice Parisi
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di