Scritto da: Cleonice Parisi

L'Alibi del Burattino

E se non volessi appartenere a questo grande disegno?

Disse una puntina d'inchiostro alla grande mano che impugnava con disinvoltura il pennello del vivere.

Sono meno di un puntino in questo grande disegno, laddove io sento palpitare fortemente la mia vita. Alza la mano da questo foglio...
[continua a leggere »]
Cleonice Parisi
Vota il racconto: Commenta
    Scritto da: Cleonice Parisi

    Una rondine non fa primavera

    La vita delle rondini era un continuo migrare da una zona all'altra della terra, un lavoro alquanto faticoso da sostenere, ma restava l'unico sistema per assicurarsi clima mite tutto l'arco dell'anno.

    Era d'uopo ormai per gli uomini associare la venuta delle rondini all'avvicinarsi della...
    [continua a leggere »]
    Cleonice Parisi
    Vota il racconto: Commenta
      Scritto da: Cleonice Parisi

      Sangue, Lacrime e Terra

      Padre voglio morire!

      Disse un Cuore trafitto da mille spine.

      È tanto il dolore da non farmi sopportare più questa esistenza.

      Una pietà infinita giunse al cuore del Padre di ogni Pensiero nell'udire quella disperata preghiera, ma quelle stesse parole carpite invece dal Padre di ogni Vento...
      [continua a leggere »]
      Cleonice Parisi
      Vota il racconto: Commenta
        Scritto da: Cleonice Parisi

        Un pezzo di femmina

        Alle elementari tutti mi chiamavano "la piccolina" a causa delle mie fattezze minute e per le maestre ero la mascott della classe, da allora questo appellativo e i suoi innumerevoli sinonimi mi perseguitano.
        Giunta ad un età considerevole per i miei genitori, quindici anni, mio padre fu preso...
        [continua a leggere »]
        Cleonice Parisi
        Vota il racconto: Commenta
          Scritto da: Cleonice Parisi

          Sei tu la Cura - I raccontini

          Sei tu la cura

          Creatura?

          Disse una voce proveniente dal basso.

          Chi parla?

          Disse con sospetto la creatura.

          Io non ti scorgo.

          E mentre perlustrava il terreno circostante, ad un tratto vide brillare un diamante, si piegò non per raccoglierlo, ma per ascoltare la sua voce da vicino...
          [continua a leggere »]
          Cleonice Parisi
          Vota il racconto: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di