Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie inserite da Susan

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Susan
Non posso prometterti
un ciel sereno,
ci sarà sempre
qualche nuvola,
non posso prometterti
un sempre,
il sempre non esiste,
non posso promettere
che sarà sempre primavera,
perché esiste
l'estate, l'autunno,
e l'inverno,
ma posso prometterti
amore,
posso prometterti che se
cadrai io ti solleverò,
se resterai in silenzio,
ascoltero'il tuo silenzio,
non posso prometterti,
il sempre terreneo,
ma una promessa
io posso,
quando il mio ultimo
respiro arriverà,
del mio amore ti
parlerò,
mai una lacrima
dovrai versare,
perché mi hai amata
perché ti ho amato,
e ci siamo amati,
ecco questa è l'unica
promessa,
la mia promessa
d'amore!
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Susan

    Non capivano

    Tutti la consideravano
    diversa
    lei camminava e sognava,
    sognava sempre,
    ed è così che era nata la sua
    vena poetica,
    lei così donna
    così bambina,
    le parole non erano
    il suo forte,
    lei,
    lei si perdeva nella
    sua timidezza,
    timidezza che tutti
    vedevano come
    arroganza,
    e nessuno vedeva
    che lei soffriva,
    nessun vedeva le sue lacrime,
    ed è così che lei creo'il suo
    mondo,
    in quella vena poetica nata
    da dolori, dalle violenze di
    amore ed incomprensioni,
    e tutti,
    tutti la vedevano come
    la matta del paese e,
    non capivano!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Susan
      Quelle scarpe vecchie,
      così consumate,
      quanta strada avevano
      percorso quelle scarpre,
      Lei le guardava con
      nostalgia,
      quanta strada in
      quelle vecchie
      scarpe,
      un pensiero lontano
      la sfiorò
      un desiderio
      mai vissuto
      l'abbarcciò,
      e fu così
      che prese le scarpe
      le indossò,
      aveva voglia di camminare
      ancora,
      non le importava
      nulla di cosa l'aspettasse,
      se erano strade in discesa,
      o strade coperte da rocce
      lei sapeva,
      sapeva che la strada
      era sua solo sua,
      da conquistare!
      Vota la poesia: Commenta