Scritta da: roselyne

Dodici fatiche

Il battacchio percosso ha già dodici volte
la bronzea campana.
Odo il rincorrersi
negli svariati deschi,
il tintinnare delle posate
nei ceramici cerchi,
voci sommesse che ascolto
nel mio silenzio...
nuovamente dodici rintocchi.
Le ombre proiettate non sono solari
ma dell'incostante luna.
Dodici fatiche per te campana
e un pensiero nella notte
per te, amore.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: roselyne

    Castagna

    Occhi di case abbarbicate
    sui dolci pendii
    che guardano il lontano mare.
    Intrecci di vie
    cosparse sui morbidi dossi.
    Ricordo, le percorrevo correndo
    mentre la fresca brezza
    lievemente intrisa del profumo
    dei pini maestosi della Piccola Sila
    mi accarezzava.
    Castagni secolari affondano
    nell'aspra terra.
    Esule di essa sono nata,
    dolce il tornarvi.
    Come piante rampicanti le mie radici
    avvinghiano il mio cuore.
    Lì dimorano i ricordi più belli.
    Composta martedì 12 luglio 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: roselyne

      Vento

      Vento che turbini
      calici di foglie morte
      rincuorandole
      per pochi istanti ancora
      in una malinconica danza,
      tu che scuoti
      le ancor poche chiome arboree
      flettendo i pazienti rami
      che assecondano il tuo moto,
      avviluppa il mio cuore
      e trasporta all'amato
      un soffio discreto
      nel sussurrare il mio nome.
      Composta venerdì 7 ottobre 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di