Le migliori poesie inserite da ROBERTO POZZI

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: ROBERTO POZZI

Forse

Forse...

non sono
l'unico esemplare
una rarità da esibire
come reperto archeologico,
l'anacronistico simbolo
di una specie estinta,
la pecora nera
in un bianco gregge
la mosca bianca
tra le tante nere

e forse,
solo forse,
l'universo non è così infinito!

Non voglio
essere innamorato
soltanto dell'amore stesso
ma vivere la concreta versione,
credere nell'unica
vera certezza
della mia dannata esistenza:

io sono nato per amare!

Forse...

non sono così
diverso da te,

non posso
continuare a vivere
da solo,
aspettare l'alba
di ogni mattino

senza...
assaporare il respiro sensuale
del mio squisito amante

sentire l'umano calore
della sua morbida pelle

vedere nei suoi espressivi occhi
il mio amore per lui!
Composta giovedì 22 maggio 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: ROBERTO POZZI

    Il mondo in un sogno

    Un'altra notte buia
    nel deserto delle tenebre,
    il mio spirito non riesce più.
    a sopportare l'oscurità
    di un cielo senza stelle,
    il mio dolente cuore
    continua a sanguinare
    per la malvagità
    di un mondo
    sempre più
    surreale.

    Pur sentendo ancora
    quella cupa paura
    di riaprire i miei umidi occhi
    per non rivedere gli orrori
    del mio recente passato,
    in quel angolo remoto
    del mio santuario
    la mia rassicurante vocina
    mi sta supplicando di ascoltare
    le parole magiche appena scritte
    dal mio caro poeta maledetto.

    Mi succede di tanto in tanto,
    le emozioni mi trasportano
    alla sentita commozione,
    a seguito di bizzarri avvenimenti,
    mi lascio proprio andare
    alla santità dei veri sentimenti,
    lacrime d'empatica purezza
    sono cadute dal mio pallido viso
    sia per il doloroso addio
    di un travolgente disamore,
    che per la sublime proposta d'affetto
    che ho appena assaporato.

    Romantici versi stracolmi di speranza
    decantati dal mio gentile cavaliere
    non sono passati inosservati,
    hanno profondamente toccato
    in un solo battito del cuore
    il mio considerevole spirito,
    riaprendo i miei socchiusi occhi
    ho sognato
    il mondo intero
    in un singolo sogno!

    Sparita era la desolazione dell'anima,
    ormai stavo soltanto vivendo
    la gioia portata dalla saggia brezza
    dell'eterno cambiamento...
    ero sulla mia spiaggia dorata
    ad ammirare i raggi del sole
    che stavano sorgendo sulle onde
    dell'idillico oceano blu:

    la luce dell'Amore,
    stava di nuovo
    illuminando
    la nuova alba
    della mia ultima
    rinascita spirituale!
    Composta martedì 22 aprile 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: ROBERTO POZZI

      Solitudine

      La parete della mia stanza
      è tinteggiata di quel bianco ottico
      impossibile da trovare nella natura,
      quel colore è lo stesso di sempre,
      non è mai cambiato in anni,
      piuttosto sono io
      che continuo a cambiare,
      senza accenno di un'imminente sosta:
      la mia ragione di essere
      è la mia evoluzione spirituale
      il nascere e il morire
      per la mia eternità
      sanno d'una lentissima condanna a morte
      anziché di una vita da invidiare!
      Purtroppo nessun mortale
      si può permettere la divina superbia
      di mercanteggiare il proprio destino,
      al massimo può remare contro corrente,
      ma alla fine rimane una causa inutile,
      già persa in partenza.
      L'unica cosa rimasta immutata
      nello scorrere del mio tempo,
      la costante del mio cambiamento
      è il mio sentimento della solitudine,
      quella maliconica emozione
      che non mi mai abbandonato
      in ogni momento della mia esistenza.
      Il fantasma del mio passato
      è sempre nel mio presente,
      sono io stesso che non lo lascio morire,
      lo mantengo in vita
      per non sentirmi
      completamente solo.
      La solitudine è sempre stata
      la mia cara dama di compagnia
      che ancora oggi mi intrattiene
      nel mio viaggio di sola andata!
      Non mi dispiacerebbe affatto
      fermarmi alla prossima fermata,
      scendere dal treno in corsa,
      per semplicemente godermi la vita,
      condividere la speranza dell'alba
      e lo splendore del tramonto
      su quella spiaggia dorata
      che vive nel mio immaginario
      da quando sono nato.
      Sentendo il tuo abbraccio su di me,
      smetto immdiatamente di combattere
      contro quel destino che non ho mai compreso,
      non ho nessun motivo di continuare questo mio percoso,
      ho già raggiunto il mio più bel sogno:
      ho realizzato me stesso,
      il mio autentico sé,
      sono arrivato alla mia meta,
      la sto vedendo nei tuoi occhi,
      in quello sguardo d'amore
      che sento dentro la mia anima
      so di non essere più solo!
      Composta martedì 29 ottobre 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: ROBERTO POZZI

        La vergogna dell'amore

        A cosa serve
        sentirsi in colpa
        per sentirsi diversi
        da una normalità
        che non è mai esistita?

        Vivere un'esistenza dettata
        dalla falsa moralità
        creata dai padri eterni dell'inferno
        per sentirsi vivi!

        Nessuno in qualsiasi mondo
        non ha il diritto
        di giudicare l'amore,
        di rovinare l'esistenza
        di un altro essere umano,
        costringerlo a sentirsi un peccatore
        per chi desidera sorridere
        la mattina dopo!

        Inutile soffrire
        per delle bigotte credenze,
        è meglio dimenticare
        la vergogna degli altri
        e amare chi si desidera
        con tutta la propria anima!
        Composta sabato 27 settembre 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: ROBERTO POZZI

          Today / Oggi

          Today
          is Not
          a good day
          to die...

          Even though
          you feel like it is,
          you are already dead
          inside!

          Today
          is only
          a good day
          to truly
          live!

          Today
          is that amazing day
          of your new present
          that looks with hope
          to an uncertain future
          finally burying
          a painful past
          where it should have been
          for quite sometime!

          Yes
          believe me,
          today
          is only a good day
          to live...
          once again!

          OGGI

          Oggi
          Non è
          un bel giorno
          per morire...

          Sebbene
          lo senti che sia,
          tu sei già morto
          dentro!

          Oggi
          è soltanto
          un bel giorno
          per vivere
          davvero!

          Oggi
          è quello straordinario giorno
          del tuo nuovo presente
          che guarda con speranza
          a un incerto futuro,
          finalmente sotterrando
          un doloroso passato
          che doveva già essere,
          da qualche tempo...

          Si
          credimi,
          oggi
          è un bel giorno
          per vivere...
          ancora!
          Composta lunedì 14 aprile 2014
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di