Scritta da: TARTAMILLA

Giorno voluto, tanto cercato

Giorno voluto, tanto cercato
e in quest'abbraccio ti ho ritrovato.
La mente volava, il vento soffiava,
il seme è caduto, il fiore è sbocciato.
Giovane uomo l'amore volevi
Giovane uomo l'amore toccavi.
Guardando nel cielo, l'azzurro nel velo,
il viso adorato, nella notte sognato.
Mani forti per abbracciare, cuore grande da donare,
le parole sussurrate, con le sue sì son trovate.
Giovane uomo l'amore volevi
Giovane uomo l'amore toccavi.
Giorno voluto, tanto cercato
e in quest'abbraccio ti ho ritrovato.
La mente volava, tra nuvole nere,
la pioggia cadeva, la pianta cresceva.
Giovane donna l'amore cercavi
Giovane donna l'amore trovavi.
Parole gridate, ad un vento d'estate,
portate nel cuore con dolce dolore.
La mente gli aprivi, il cuore donavi,
lo sguardo cercavi e consenso trovavi.
Giovane donna l'amore cercavi
Giovane donna l'amore trovavi.
Giorno voluto, tanto cercato
e in quest'abbraccio ti ho ritrovato.
Ora vedo due anime belle, insieme al Signore
brillar come stelle.
Ora vedo pronti a partire, due esseri in cammino,
per una vita tutta da scoprire!
Composta lunedì 20 maggio 2002
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: TARTAMILLA

    Il tempo

    Il tempo può, forse, cancellare il tuo viso,
    ma non può cancellare quello che io provo per te.
    Il tempo può, forse, guarire le ferite,
    ma non può cancellare quello che tu mi hai fatto.
    Il tempo può, forse, cambiare il mio essere esteriore,
    ma non può cambiare il mio essere interiore.
    Perché sarò sempre io.
    Il tempo mi ha insegnato a cercare nella profondità delle persone.
    Il tempo mi ha insegnato ad accettare
    anche quello che odio delle persone.
    Con il tempo ho imparato che tu sei simpatia,
    che tu sei dolcezza, che tu sei profondità,
    che tu sei poesia, che tu sei ingenuità,
    che tu sei la forza;
    forse è per questo che ti odio,
    perché non posso avere quello che amo!
    Composta domenica 24 gennaio 1999
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: TARTAMILLA

      Io e te

      Se volgi lo sguardo al cielo,
      esso ti si può rivelare con vari colori e in varie forme.
      Al mattino con il sorgere del sole, alla sera con il tramonto:
      con le nuvole minacciose, o con l'azzurro sereno...
      Se guardi il susseguirsi delle stagioni
      scopri in quanti modi la natura ti sa meravigliare.
      Gli alberi, il colore delle foglie, verdi, gialle, rosse...
      i fiori in bocciolo, per poi rivelarsi stupendi,
      i campi di grano nel momento della mietitura, gialli come l'oro.

      È tutto in continuo mutamento.
      Se volgi lo sguardo a chi ti sta accanto
      esso ti si può rivelare con gesti e parole.
      Se osservi le persone che ti sono vicine
      scopri che il tempo non guarda in faccia a nessuno!
      Ma chi ti ama trova sempre le parole e
      gli atteggiamenti giusti per ogni situazione.
      Il silenzio, le parole, un sorriso, le lacrime,
      un abbraccio o un breve distacco.
      Siamo sempre in continuo mutamento.
      A volte abbiamo paura, altre, abbiamo bisogno di aiuto.
      Tutto questo ha un significato nella nostra vita.
      Composta sabato 23 gennaio 1999
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di