Poesie inserite da Ludo Criacci

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Ludo Criacci

Il tuo nome

Ho provato a scrivere
il tuo nome nel vento
perché lo spargesse ovunque.
Qualcuno lo ha visto tra le pile
di sassi in montagna,
altri tra la sabbia del mare,
chi in Grecia, chi in Islanda,
altri ancora in Australia.
Il tizio delle previsioni ha detto
che quest'anno
non ci sarà l'anticiclone,
basterà il tuo nome
a scaldare la terra.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ludo Criacci

    Notte

    Scesa è la notte col suo volto
    scuro e struccato,
    bussa alla solita ora
    una volta sola per non disturbare.
    È il vicolo cieco in cui muore il giorno
    dopo aver ingoiato le nostre certezze,
    intermezzo di riflessione
    che culla speranze e sogni futuri.
    E'per questo che appare saggia,
    democratica, terapeutica.
    Rispetta la quiete di tutti
    e induce a riflettere
    senza costrizioni.
    Alcuni la pensano triste,
    spenta e inanimata,
    la notte invece non dorme
    vive più del giorno.
    I suoi misfatti li copre con il buio,
    quando invece va via,
    in quell'ora in bilico
    tra il tonfo dei portoni
    dell'ultimo dei nottambuli
    e la prima levata degli amanti
    guardinghi,
    fedelmente non dimentica mai
    di accendere la luce.
    La luce del nuovo giorno.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ludo Criacci

      Quel che tu mi dici

      Dici che vuoi lasciarmi
      e mentre lo dici trattengo un respiro,
      e poi un altro
      e un altro ancora.
      Ognuno tornerebbe alla sua vita
      incontrando nuovi amori,
      nuove parole,
      nuove canzoni,
      un nuovo abbraccio
      che racchiuderebbe un nuovo mondo.
      Quando lo dici
      confesso di volerti dar ragione,
      ma poi desisto
      non mi basta un'illusione
      per farmi coraggio,
      la delusione è più forte.
      Addomestico l'angoscia
      per non stracciarmi il cuore,
      pensando a quelle effimere visioni
      che restano negli occhi.
      Il tempo disperde quel che
      siamo stati
      giorno dopo giorno,
      ma nulla può contro il tuo ricordo,
      simbolo di un'eternità
      che non si cancella
      e che mi eleva da terra.
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di