Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie inserite da Lucia Marolla

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo e in Racconti.

Scritta da: Lucia Marolla

Brutti... e... farabutti

Caro amico... questo è quanto.
Per ora sono affranto e pertanto
ci vado a quel paese di beduini.
Tu apri i padiglioni
ed io do fiato ai polmoni.
Ho incontrato cretini a mucchi
abitato da mammalucchi
là nel paese di soli crucchi.
Faceti al lor dire.
O meglio... o a lor... dare!
Ma pur sempre a perpetrare
perennemente il soffrire della gente.
Che vergogna e che somari!
Non fanno altro che rubare.
A me pare di vedere troppi vagabondi con le... sfere.
Quanti ne metterei alle gogne
per questa bestiale inciviltà.
Rimbambiti vagabondi, ignoranti di ogni età.
Tanti balordi di qualità.
E nessuno a cercare una soluzione
per guarire questa nazione.
Una realtà malata di precarietà
oscurantismo e inciviltà.
... ave... morituri te salutant
avete lasciato il "bel paese" in mutand.
Composta martedì 9 febbraio 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Lucia Marolla

    Lo Renzi il magnifico

    Zimbello-zibaldone

    Quanta bella giovinezza mia
    Porto in giro per la via
    Vero o falso quel che dico
    Serve per restare amico

    E mi hanno accolto come modello
    Perché sono furbo e bello
    So arcuare archi a tutto tondo
    per fregare bene il mondo

    Girare sempre la minestra
    fa bene a sinistra e anche a destra
    Ed io col mio bel faccione
    Partecipo anch'io alla divisione

    E imparo a fare il furbo
    per sapere dove mettere il disturbo
    Vo di qua e vo di là
    E so con chi devo star

    Per il tesoro da amministrar
    E anche se nessuno mai l'ha vista
    Fa sempre bene rigirar minestra
    Verso sinistra oppure destra

    E così non ho mai il disturbo
    D'imparare a fare il furbo
    E questo e quanto ora vi dico
    Anche se non ancora imparo a fare il fico.
    Composta lunedì 24 febbraio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Lucia Marolla

      Baldi a... mille

      Heilà! ragazzi
      di questa nazione.
      "ò he tu fai!"
      spero non solo i c... si tuoi
      tornare a ieri non vorrai,
      quella bella e desta
      VIVA L'ITALIA!
      rinata e ridesta
      che a tutti i suprusi ormai
      dice: basta!
      perciò cresci e via... la balia!
      siamo in italia
      vieni alla festa
      ma con la banda (... na...)
      in testa.
      Qui troverai ancora altri mille
      tutti baldi a far faville
      contro ladri collezionisti di ville.
      Mentre noi costruiamo
      sulla nostra pelle
      una terra nuova, onesta e bella
      fatta di uomini veri e doverosi
      e non una massa di ingordi viziosi.
      Composta martedì 20 maggio 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Lucia Marolla

        Ed ancora...

        Auguri... per me,
        perché in fondo in fondo
        c'è
        la voglia e la speranza,
        che infondono...
        per somma e differenza
        tra il disimpegno e la costanza,
        un'errata proprietà
        sul concetto di divisibilità;
        che invero,
        come quoziente dà
        l'effettiva parità,
        tra l'ignoranza
        e la relatività.
        Composta domenica 21 luglio 2013
        Vota la poesia: Commenta