Scritta da: Letizia Totaro

Il tuo nome

Io credo che quando si parte
per un lungo viaggio
si accende la speranza nel rivedersi.
Ma oggi il mio treno
è già chilometri distante da te.
Tu che ieri seguivi i miei sorrisi
ed ora segui la tua via.
Girare l'angolo è come girare le spalle.
mentre l'orologio continua
a battere i suoi secondi.
Forse non ricordi
i nostri battiti di quella sera,
la brezza ci faceva tremare.
Ma perché ora quella stella piange?
Avrà perso il suo cielo?
Ho con me la mia valigia
dentro la quale un semplice ricordo,
che resterà sempre con me:
il tuo nome.
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di