Poesie inserite da Jessica Piermatti

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Jessica Piermatti
Un sorso
e chiudo gli occhi

a pomeriggi passati veloci
come gruppi di topi,
affamati e selvatici
lungo la gola di un corpo assente.

Un sorso
abrasivo e fugace

fitto come la nebbia delle partenze,
senza respiro e senza sangue
all'interno di un solo organo
che esplode e si perde in lacrime.

Un altro sorso
caldo come uno scorcio di sole

che trascina e scioglie i contorni
di un mondo intoccabile e invisibile,
ricco di stelle, costellazioni
e tanti specchi distrutti per terra.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Jessica Piermatti
    Un giorno anche io sarò lì,
    a quattr'occhi davanti quel traguardo
    in una sensazione di vuoto e purezza;
    gli griderò in faccia fino a rimanere senza fiato,
    ci sarà il mio nome
    scritto ovunque senza sforzo
    percorrendo all'indietro le orme.
    Morirà la carne,
    esploderà la luce
    e non ci sarà più il buio;
    visiterò il mondo,
    avrò pianeti e costellazioni sotto di me.
    Morirò come una foglia rinsecchita dal sole.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Jessica Piermatti
      È un filo di nebbia senza paura
      che si incastra a perfezione con ogni parte della mente.
      Alla ricerca di un minimo di coscienza
      lascia dietro di sé una strada piatta e bianca
      che copre ogni ragione, ogni pezzo di anima ribelle.
      La vita passa dall'altra parte del buco della serratura:
      ne vedi una minima e sottilissima parte e il resto lo si inventa.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Jessica Piermatti
        La pelle è arrossata a tratti,
        quasi dolorante al tatto
        e profumata di bellezza e sudore.
        La semplicità della situazione
        non fa pensare nemmeno al resto,
        ma solo al volto, al viso,
        a quella linea di matita nera
        ormai sfumata sotto gli occhi.
        Mi piace il movimento dell'aria calda,
        di due anime in un continuo intreccio.

        Ora sono perfettamente immobile,
        fisso quello strano sogno;
        perfettamente amore
        e qualche minuto di silenzio.
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di