Poesie inserite da Jessica Piermatti

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi e in Racconti.

Scritta da: Jessica Piermatti
Non credo di avere il talento che dicono.
Ho sempre odiato la poesia
e non so usare né la metrica né il ritmo.
Insomma, niente da invidiare alla grande letteratura!
Uno si mette a scrivere perché non sorride come vorrebbe,
perché non può mangiare tutto quello che vorrebbe senza paura di ingrassare,
perché non ha a fianco la persona che ama
o perché ne ha alcune che vorrebbe allontanare.
Uno si mette a scrivere perché ha bisogno di una scusa con sé stesso,
perché non ha più voce per urlare,
o forse perché non ne ha avuta mai davvero una
e vuole tirar fuori tutto ciò che si agita dentro il petto.

Ecco, credo che il subbuglio porti ispirazione a volte
ma non porta talento, no,
quello lo si trova da qualche altra parte o ci si nasce.

Io scrivo perché vedo tante immagini e tanti colori,
perché con una penna le visioni alterate diminuiscono
e le voci nemiche spariscono.

Scrivo per placare la rabbia contro me stessa
perché non credo nella violenza, né tantomeno in un Dio.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Jessica Piermatti
    Mi piacerebbe parlarvi un giorno della strada che ho percorso,
    mi piacerebbe essere ascoltata anche se potrebbe apparire tutto troppo irreale.
    Non c'era nessuno ad accompagnarmi mentre la percorrevo, nemmeno me stessa.
    Mi ha abbandonato anche lo sguardo dopo tutto quel (non) camminare.
    Ascoltavo il silenzio, e non era poi così male.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Jessica Piermatti
      Dimmi che non ho sbagliato, papà.
      Vieni qui e abbracciami forte,
      dimmi che mi vuoi bene e che non ho fallito.
      Dimmi che comunque non ho sprecato nulla
      e che ho fatto di tutto per riuscirci, papà.
      Vieni qui, ti prego, abbracciami,
      fammi dimenticare gli errori che ho fatto,
      e ti prego guardami negli occhi
      e poi stringimi, perché ho bisogno di te.
      Dimmi che non ti ho deluso, papà.
      Ti prego, papà.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Jessica Piermatti
        Ho cambiato (ahimè) spesso idea nella vita,
        la cambierò di sicuro più avanti nel tempo
        e la cambio anche ora.
        Sogno
        di questo e altro, e di tante altre cose,
        come un vagabondo o un'artista senza pace.
        Sogno
        fiera di farlo,
        anche se consapevole delle prove commesse,
        delle strade percorse solo per metà
        dove facevo credere agli altri
        che sarei arrivata al traguardo
        prima o poi (forse, più "poi" che "prima" ).
        Ricordo
        i pianti in silenzio a sopportare la colpa,
        e la disperazione e la frustrazione che combattevo
        contro voglia e contro me stessa.
        Perché ad un certo punto te ne accorgi che non vai più,
        e cambi strada, cambi spazio,
        con un nuovo travaglio,
        una nuova destinazione.
        Sogno
        la mia vita come un film o un romanzo,
        con la consapevolezza che questo animo ribelle
        oramai non lo cambio più.
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di