Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Ilaria Chiado' Rana

Cuore frantumato

Il cielo è immenso
immenso come l'amore che provo per te.
Una casa col tetto bagnato,
mi fa pensare al mio cuore frantumato,
frantumato come da un fulmine che divide il nostro destino.
Le mie paure sono i vasti rami che nascono da un solo punto,
questo punto per me sei tu.
Un fulmine colpisce un albero quando i nostri sguardi si incrociano.
Le foglie nel frattempo cadono, cadono, cadono...
come i pezzi del mio cuore.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Ilaria Chiado' Rana

    La primavera

    La primavera è la stagione che amo di più,
    gli uccelli cinguettano,
    cantano e volano felici,
    la città si colora tutta
    di fiori dai mille colori,
    i vasti prati fioriti,
    il profumo nell'aria
    è tutto stupendo!
    E tu,
    Amore,
    perché sei così lontano,
    perché non provi a lasciarti andare,
    ad aprire il tuo cuore!?
    Amami
    E sarà per sempre primavera!
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Ilaria Chiado' Rana

      la mia nonnina

      Nonna cara, nonna mia
      senza salutarmi sei volata via.
      Lassù nel cielo immenso e stellato
      Dio solo sa quanto ti abbia amato.
      Ogni notte tu sei dentro al mio sogno,
      di una cosa mi vergogno
      la distanza non mi ha permesso,
      di venirti a trovare troppo spesso.
      Ed io ora ci sto male,
      perché mi manchi tanto a quanto pare.
      Nonna cara, nonna adesso
      ogni minuto della giornata io ti penso.
      Spero tanto di rivederti ancora
      quando sarà la mia ora;
      così ti potrò riabbracciarti e coccolarti.
      Ciao nonnina.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Ilaria Chiado' Rana

        sola

        Sperduta in questa orribile foresta
        Dove la malinconia regna su di me,
        cerco una strada che mi porti a te.
        Mi volto verso quello spiraglio di luce,
        che mi ha guidata fino ad ora
        ma sembra non riesca mai a raggiungerlo.
        La foresta è deserta,
        non vedo alcun anima viva dinnanzi a me,
        i tuoi occhi mi appaiono in ogni dove,
        ma tu non ci sei.
        Le lacrime scendono lentamente sul mio viso
        Sino a ricoprirlo di tristezza.
        Disperata dal dolore
        Cado in questo deserto di anime
        Con la finzione di averti con me.
        Vota la poesia: Commenta