Scritta da: RINO41

Alla ricerca dell'amore perduto (sonetto)

Dal roseo lume della prima aurora,
alla serena pace dei tramonti
vagando io vò per ritrovarti ancora:
solo tu sei che alla fine conti.

Viene la sera e poi la notte buia
e solo io resto, forse tradito;
odo chi impreca e chi dice "alleluia":
ultime voci d'un mondo assopito.

E sempre sarò io un esser gramo?
Ora, nel sogno, alfin t'ho ritrovata:
miracol tu sei! Nulla più io bramo.

Ma rimarrai ancor nei desideri,
mentr'io vorrei poterti dire: "t'amo,
oggi men di domani e più di ieri!"
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: RINO41

    ... dopo tanti anni

    Ed io colsi tre rose
    nel giardino del Tempo:

    "PASSIONE", la prima,
    coi colori del fuoco,
    si è poi avvizzita.
    "BELLEZZA", sorella,
    di mille colori,
    anche lei è sfiorita.
    Debole un tempo, la terza,
    or dal gambo robusto
    io ammiro incantato:
    "AMORE" il suo nome!
    Questa, forte rimane,
    tra quello ch'io colsi
    nel giardino del Tempo!
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di