Poesie inserite da Giuseppe

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Indovinelli, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Giuseppe

L'albero di sogni

C'era una volta un palpito di cuore
cadde per caso nella terra brulla
amareggiata da delusioni
e subito attecchì,
la radice del sogno coi suoi tralci
bonificò il terreno
che si coprì di fiori e di colori
come una festa della primavera.
L'albero di sogni
divenne grande
da abbracciare il cielo,
divenne luminoso come un sole
e diede frutti d'oro...
ma era inverno, l'albero incantato
ora si trova lungo il mio cammino
carico di sogni desideri
scintillanti dentro il mio pensiero...
se potessi afferrarli con le mani!
Ma sono come cocci di cristallo
che solo toccarli fanno male
oltre il vestito bello di parole.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Giuseppe

    Le tue parole

    Le tue parole sono la corrente
    di un fiume che trascina i desideri.
    Ora sono ridotto alle tue acque.
    Navigare
    mi conduce all'isola dei sogni.
    Se potessi afferrarli con le mani
    forse risplenderebbero col sole,
    se parole potessero parlare
    con la voce del cuore
    forse potrei dirti col silenzio
    tutto ciò che vorrei...
    Ma il vento non dirotta
    nuvole di pensieri in una pioggia
    che lavi questo cielo di soprusi
    del tempo contro il cuore,
    e la poesia carica di versi
    l'ha rapita l'inverno
    fino al punto di farla congelare.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Giuseppe

      Auguri per il Nuovo Anno

      L'anno in corso è passato
      ha disilluso il tempo
      lasciandogli problemi,
      si applaude l'anno nuovo
      coi fuochi d'artificio
      sperando che sia buono.
      L'orologio continua la sua corsa
      col verso contro il peso di pensieri,
      il tempo non confonde le parole
      ripete con le foglie inaridite
      gli stessi versi della primavera.
      L'anno nuovo grava
      sui strapiombi
      sospesi alle vertigini del monte,
      la fantasia del cuore
      non si arrende,
      illusa dagli sprazzi di sereno
      abbraccia un qualche canto di sirena,
      non si lascia legare come Ulisse
      rivive incanto dolce di ricordi,
      ma pensieri smarriti di dicembre
      sono come il grigio delle nubi
      ascoltano su ceppo delle querce
      la danza delle foglie
      contro il vento dell'ultima stagione.
      Composta mercoledì 28 dicembre 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Giuseppe

        Natale

        Il cielo ha colore di perle
        sugli alberi aghi di ghiaccio
        scintillano luci dell'alba,
        lo sguardo pietoso diffonde
        scolpito dai segni del gelo
        la donna accostata ai carrelli.
        Silenziò tra fronde di abeti
        nel pallido giorno che filtra
        sul grande parcheggio,
        si sfalda nell'aria la neve,
        ondeggiano fiocchi smarriti,
        carezzano il viso e i capelli
        intrisi di lividi e neve,
        la donna accostata ai carrelli
        coperta di stracci
        ha voce pietosa che insiste,
        le mani imbottite di stracci,
        la gente che passa non vede
        le lacrime sotto la fronte.
        La gente che esce non sente
        la donna che dice: È Natale!
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Giuseppe

          Sei nel mio cuore

          Sei entrata coi raggi del tramonto
          che lasciano guardarsi ad occhi nudi
          come versi belli del mattino
          quando l'alba gioiosa
          tingeva di riflessi l'orizzonte.
          Autunno nostalgico del cuore
          ha aperto una strada asfaltata
          dove sogni possono atterrare,
          la notte mi conduce a cose grandi
          che vanno oltreconfine di pensieri.
          Amo l'amore,
          le parole che sento nei tuoi versi
          sono fiorite come primavera
          ed invitano il cuore a germogliare,
          ma incontrano piaghe sul cuscino
          se rivolto i pensieri all'altro lato...
          rimani sempre complice nei sogni
          sei più bella immagine che adoro,
          una storia d'amore,
          sfoglio le notti piene di magia
          dove la pelle nuda parla forte
          sotto le vertigini del velo.
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di