Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie inserite da Pablitos Los Sconditos

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Pablitos Los Sconditos
Provo
Dolore
Resisto
Tento
Invano
Indosso la maschera
Rido
Falso
Mento
Lotto
Invano
Ogni giorno
Maledetto
Odio
Indifferenza
Non voglio
Sogno
Ogni notte
Piango
Mi chiudo
Estraneo
Penso ogni cosa
Tutto
Tranne
Non riesco
Cado, mi alzo, ricado, mi rialzo e ricado e così via
Guardo
Sorrido
Menzogna
Cerco
Triste
Fuggo
Bugia

Lotto ogni ora, minuto e secondo delle mie giornate.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Pablitos Los Sconditos

    The dreamer

    Ti sogno.

    Più di qualche
    volta a settimana
    e mi sveglio
    sempre
    quando capisco che sei te
    dalla paura mi sveglio.

    Ho paura che questi sogni
    mi tormentino
    per tutta la vita.

    Ho paura per come
    potrebbero finire
    questi sogni.

    Ho ancor più paura
    di non sognarti più
    perché solo nei miei sogni
    ti vedo, ti tocco... ti bacio.

    Non voglio perderti anche lì.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Pablitos Los Sconditos
      Non sei di certo la donna più bella al mondo
      nemmeno la più simpatica
      sei un disastro
      in tante ti superano
      il mondo è pieno di donne migliori di te
      sei solamente la donna
      che avrei voluto far madre
      assistere al parto
      affidarti i miei figli
      la prima donna da guardare negli occhi la mattina
      e l'ultima a stringere tra le mie braccia la notte
      l'ultima persona a voler prendere la mano prima di morire
      con il sorriso tra le labbra
      per pronunciare le parole
      Ti amo

      No... non sei la donna più bella al mondo
      sei solamente la donna
      perfetta per il mio mondo.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Pablitos Los Sconditos
        Quando scende la notte ho paura
        non temo il buio
        anzi mi piace
        è rassicurante, non vedo nulla
        nemmeno i mostri
        mi sento isolato
        sembra di non avere nulla intorno a me
        posso immaginare ciò che voglio
        pare di stare nella mia piccola bollicina.
        Temo la luce
        ho paura di quello spiraglio
        di ciò che potrei non vedere più
        di quello che se ne è andato
        senza potergli dire addio.
        È la luce che mi fa vedere
        la crudeltà del mondo
        i mostri che mi circondano
        e ciò che manca
        ma peggio, non la vedo, lei
        uno spazio vuoto circondato dalla realtà.
        Adoro il buio
        è la mia fuga da lei.
        Vota la poesia: Commenta