Poesie inserite da Francesco Serantoni Della Nave

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Francesco Serantoni Della Nave
Chiuso in una bolla di sapone
volo
trasportato dall'alito leggero degli alisei.
I miei occhi guardano, ma non vedono
e vedono, ma non sanno guardare.
I colori iridescenti del mio fragile involucro
mi trasmettono forme assurde,
tremule immagini distorte di una realtà senza tempo
che nascono dentro di me,
rimbalzano all'interno della mia vita
senza riuscire ad oltrepassare il mio spazio ristretto
alberi e foglie,
gocce di pioggia e fiocchi di neve nascono dai miei pensieri
scatenando una sottile musica
che avvolge tutti i miei ricordi
in una sinfonia senza senso.
Qui dentro io aspetto sereno
che presto
un soffio più forte di vento,
un chicco di grandine
o forse solo la noia,
facciano implodere la mia astronave fantastica
ed io
mi dissolverò in mille piccole gocce colorate
e resterà solo il riso del vento su di una inutile realtà
che non ho mai capito.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Francesco Serantoni Della Nave
    Che voglia tengo e te

    apro gli occhi e ti cerco fra le nubi chiare del cielo
    vedo il tuo sguardo malinconico e dolce
    le mille gocce di rugiada
    fra i rami secchi della mia vita mi parlano

    che voglia tengo e te

    vorrei una carezza
    e che le tue dita lasciassero
    un leggero profumo
    profumo solo mio
    sulla pelle del cuore

    che voglia tengo e te

    perché non posso dirti
    perché non posso ascoltarti
    domande e risposte che non possono appartenermi
    ma nel silenzio mille parole mille grida d'amore
    mi girano intorno

    che voglia tengo e te

    amore mio solo mio
    nascosto nei fili d'erba
    nei nidi dei passeri
    nelle rive profumate di muschio dei ruscelli
    il mio amore nasce e... muore
    ma è solo tuo

    che voglia tengo e te

    la tengo nascosta dentro un'anima in pena
    che non ti può parlare

    che voglia tengo e te... amore mio.
    Composta mercoledì 30 novembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Francesco Serantoni Della Nave

      Plenilunio

      Ulula un lupo nella foresta
      ulula e canta alla luna
      così dal cuore mio si leva un canto
      più triste più accorato
      la mia luna sei tu ed è per te che canto
      non è triste quel lupo
      la sua luna è lontana
      ma quando il plenilunio
      illumina il bosco e la radura
      egli si illude che lei sia solo sua
      ma tu non sei lontana
      ti vedo ti accarezzo
      bacio i capelli tuoi
      ma so che non sei mia.
      Composta lunedì 1 aprile 1996
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Francesco Serantoni Della Nave
        Ulula un lupo nella foresta
        ulula e canta alla luna
        così dal cuore mio si leva un canto
        più' triste più accorato
        la mia luna sei tu
        ed è per te che cantò
        la sua luna è lontana
        ma quando il plenilunio
        illumina il bosco e la radura
        egli si illude che lei sia solo sua
        ma tu non sei lontana
        ti vedo ti accarezzo
        bacio i capelli tuoi
        ma so che non sei mia.
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di