Poesie inserite da Eugenio Patanè

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Eugenio Patanè

L'investigatrice letteraria

Investighi il cuore, la mente, i silenzi;
ti appassioni agli odori, a quei suoni, ai rancori.
La tua pace è la quiete o la pienezza d'amore;
e in quella pace o pienezza, tu realizzi il tuo ardire:
con dedizione e attenzione, con fughe d'ansia e quesiti
che alimentano il fuoco di letture e altre vite.
Tu sei colei che va in cerca del "bel principe fra i Lord".
Tra sillabe e parole, dietro ogni virgola o in un punto,
talvolta uno, a volte tre... Osservi, ricerchi, indaghi
e ti chiedi; tocchi l'acqua, ne assaggi il sapore.
Dolce o salata, contiene sempre una storia.
Fili intrecciati, catene, rami secchi o spezzati.
Ragnatele, pensieri, notti insonni e poesie.
Epoche antiche, emozioni, sensazioni crudeli.
Tu scrosti ogni maschera e districhi ogni trama;
lì seduta al telaio di celate realtà.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Eugenio Patanè

    Abbiate il coraggio

    Abbiate il coraggio di pretendere la vostra felicità,
    sia essa l'ammirare una luna arancione
    che sbuca dall'acqua notturna del mare
    o leggere un libro dinnanzi a un camino
    bruciante pezzi di legna o rami secchi di vite.

    Abbandonatevi al dolce annegare
    nel caldo e vitale possedersi dei sessi;
    abbiate il coraggio di domandarvi chi siete
    e chi o che cosa vi renderebbe felici.

    Abbiate il buonsenso di dare a voi stessi un autentico senso.
    Abbiate scarpe robuste per viaggiare nel mondo
    e comodi spazi – per far volare le menti.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Eugenio Patanè

      Prima d'un bacio

      Attraversato dalle stagioni,
      ti cercavo nel fondo di un bicchiere;
      sulle venature d'una foglia caduta
      o accanto a me, convinto
      di aver captato
      il tuo odore.

      Ho atteso a lungo; giorni,
      notti, tempo. Ho constatato che invecchiano
      anche i ricordi. A rammentarmelo,
      è questo fiato del vento.

      Ti troverò la sera,
      sotto Venere, al mare;
      prima d'un bacio, udire Chopin - morire.
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di