Le migliori poesie inserite da bbenry

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: bbenry

La mia natura

Inverni espugnati al sorgere del sole
Fratelli e sorelle già in viaggio
Dove non possono più ingannare la notte.
Qui
prendo in prestito il canto delle pianure
mi lascio amare dal furore dei giorni.
Sarà la Dama dei laghi a giudicare,
ad esiliare l'impaziente abisso...
sulle vene del tempo
seguo le piste degli uomini.
Qui
governa l'istinto
la mia arte del vivere,
regna l'orizzonte del rosso vespro;
distante da fragili confini
il mio sguardo non sa arrendersi.
Composta sabato 2 febbraio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: bbenry

    Atipici

    Mi trattengo un po'
    sulla riva di questo atipico dolore.
    Per ignorare ancora
    mille altri modi di vivere
    e tramutare in conquista
    ogni lacrima precipitata sulle mie rose.
    Meschini afflati, vili, sordidi banchetti
    abbiamo consumato
    a riparo dai giorni di festa.
    Mi congratulo con la vostra perseveranza,
    deboli vi ha reso ai miei occhi,
    ha colmato i calici
    e tutti, ora, brindano
    al guscio del nuovo nato.
    In fila prendiamo il numero dell'ipocrisia,
    facciamo numeri da saltimbanco
    tra un guaio ed una guarigione
    seminando giorni estinti
    sulla riva di questa
    atipica allegria.
    Composta domenica 1 settembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: bbenry

      Stagioni

      Evanescenti stagioni
      frutti caduti da un Tempo
      avaro d'arpeggi.
      Caducità del giorno
      nel solenne incontro
      con apolidi mari
      trascina con sé
      diafane radici,
      vorticando appena
      sui porti dell'Assenza.
      È melodia
      Amico mio.
      A noi la burrasca
      che ora torreggia impavida
      dalle vette del ricordo.
      E'il mestiere della vela
      Amico mio.
      A noi il lamento
      di un vento indecente.
      Saldo il timone,
      impugna il sole che sorge
      lasciati cullare ora
      dal volo di queste carezze.
      Composta lunedì 17 novembre 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di