Questo sito contribuisce alla audience di

Le migliori poesie inserite da bbenry

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: bbenry

Capricci

Tu sola conosci la via
i gesti, le parole
per spegnere quest'inferno.
E se faccio resistenza...
guardami come guardi un bimbo, un moccioso
che reclama pochi, assurdi diritti.
Dovrai aver pazienza
tenacia
un dio in più.
Cosa vuoi farci
qui dentro fa davvero freddo
e per scaldarmi
non basta la fiamma di una candela.
Composta sabato 10 agosto 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: bbenry

    In me scorre la vita

    Quando la notte
    mi riposa accanto,
    in un giaciglio di inverni
    rubati al mare,
    in me scorre limpida acqua
    se posso dissetarmi alla tua fonte.
    Uomini partiti
    per sposare l'alba,
    rondini impazzite di libertà,
    in me scorrono cieli tersi
    se posso richiamarti all'amore.
    E mentre il giorno
    intona
    l'ultimo canto d'arpe,
    confinandosi nell'eco
    di ciò che fu
    in me,
    violenta,
    scorre la vita
    se posso ancora sognarti.
    Composta domenica 1 dicembre 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: bbenry

      Ho conosciuto un Dio

      Ho conosciuto un Dio,
      un inverno
      con la mia stessa voce.
      Ho conosciuto un Dio,
      gravido di speranza
      condannato ad amarmi.
      Ho pregato quel Dio
      vero come il dolore
      giusto come il sogno.
      E'andato lontano,
      ha pianto
      cogliendo dei fiori.
      Ho avuto un Dio;
      ha urlato il mio nome,
      gli ho risposto
      col silenzio del tempo.
      Composta mercoledì 10 settembre 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: bbenry

        Incontro

        Tra le fiamme di un vespro
        nel vorticoso danzar di foglie spente
        ti vidi.
        Quando infine il furente mare
        fagocitò il dì soave
        ti pensai.
        Forte, di amori tramontati e mai anelati
        a disegnar il volto tuo tra stelle e luna
        mi ritrovai.
        Ora torno fin su alla rocca
        all'ombra di bastioni in lotta
        con un tempo avido di rovine
        vittima predestinata d'ignara fiera.
        Ti cerco vita mia
        ti supplico...
        spettro amabile
        in un effluvio di limoni e pioggia
        forse, d'invidiata Siris
        fosti tu la più inclemente tra le dee.
        Composta giovedì 18 luglio 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: bbenry

          Mare

          Lascia che asciughi
          le tue lacrime
          amato mio mare.
          Farai ritorno tra gli uomini
          dopo avermi mostrato
          come si scoprono nuove isole
          in questo deserto di nuvole.
          Il vento della sera
          ha smesso di chiamare
          in disparte invecchia
          una coltre di sole.
          Giudichino pure questi nostri affanni
          una semplice circostanza
          nessuno si accorgerà di un altro silenzio.
          Le terre temono la verità
          più di mille tempeste;
          confondono la stanchezza dei remi
          con l'eco di antiche accuse.
          Così termina l'insensato viaggio
          in attesa di un porto sincero,
          così s'apre il giusto sentiero
          verso abissi più cari.
          Riposerà la pioggia,
          distratto il faro
          resteremo insieme
          a guardare le stelle.
          Composta martedì 15 marzo 2016
          Vota la poesia: Commenta