Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie inserite da Elona

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Elona

Le rose

Sono petali di rose
non è un sogno
basta guardarle,
ascoltarle e non fargli del male
sono reali, hanno le foglie,
i petali e le spine
e non sono come Alice nel Paese delle Meraviglie
hanno bisogno di vivere
finché la madre natura
glielo permette
hanno bisogno di aria
finché l'essere umano le comprende.
Composta domenica 24 aprile 2016
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Elona

    La vostra presenza

    Mi ha sorriso il sole
    e io mi sono stupita
    mi hanno accolta i suoi raggi
    e mi sono vista
    circondata da una meraviglia,
    un affetto caloroso
    e un abbraccio immenso
    mi hanno riempito il cuore freddo
    lasciato da parte per tanto tempo,
    si è spolverato tutto
    non sono rimaste più tracce,
    ho ricevuto la gioia con la presenza del sole,
    piano-piano con i passi
    e sentendo le emozioni,
    il sole e i suoi raggi
    sono diventate le mie amiche del cuore!
    Composta mercoledì 8 luglio 2015
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Elona

      Vivere

      C'è bisogno di vivere
      di vivere intensamente
      di aspettare l'alba del mattino
      e guardare il tramonto
      di essere accarezzata dal vento
      e abbracciata dai raggi del sole
      che di continuo ti riscaldano il cuore
      c'è bisogno di vivere
      di sentire la gioia
      e ballare con il ritmo della musica
      per l'intera giornata
      c'è bisogno di vivere
      di sentire la vita
      ed entrare in sintonia
      e dare retta alla sua voce
      per percorrere la sua via.
      Composta lunedì 18 aprile 2016
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Elona

        La sigaretta

        Ti sei lasciata libera, hai acceso la prima
        sigaretta mentre le mani ti tremavano
        hai esitato un momento, perché pensavi
        meglio lasciar stare però dopo la confusione
        che il dolore ti ha causato, ti ha spinto di provarla e
        andare oltre e a fumare veramente, non è stato
        un bell'impatto, eri te e nelle tue mani la sigaretta
        la fumavi così per dire, per tirare fuori il fumo
        ma non respirarla profondamente, ma ti sei
        fermata solo nel sapore amaro, che ti lasciava
        il fumo, eri te e fra le dita la sigaretta, è finita
        così con i ricordi sfumati e l'amaro che sentivi
        nella tua bocca, senza traspirare oltre.
        Composta domenica 18 ottobre 2015
        Vota la poesia: Commenta