Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie inserite da Domenica Borghese

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi di Film, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Domenica Borghese

Il sasso e il sogno.

Ucciderei l'umore che ho in certi giorni neri
quando cammino sulle strade della notte in cerca del sonno
senza capire che dormo ad occhi aperti in un sogno e non è realtà.
Questa rabbia che cresce intorno a me
è un deserto di mani chiuse alla vita
di calci presi, mai resi e resto in sospeso
con un sasso e un sogno fra le mani.
Come un sasso caduto dalla roccia
aspetto qualcuno che mi raccolga.
Come un sogno mai avverato
aspetto qualcuno che mi desideri.
Anche un sasso ha la sua storia da raccontare,
se qualcuno si fermasse un po' ad ascoltarlo.
Anche un sogno si può sempre realizzare
se solo qualcuno ci credesse amandolo di più.
Non è una rima che ricorderai
ma la canzone che ascolterai
quando un sasso e un sogno
tra le mani anche tu avrai.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Domenica Borghese

    Il tempo è un ladro

    I tuoi erano sogni di cristallo
    che hai voluto fare a pezzi,
    li ho raccolti per buttarli via,
    mi sono tagliata e quella ferita
    non si è ancora rimarginata.

    Ho raccolto il sale delle mie lacrime,
    aspetterò che tu esca da quella porta,
    te lo butterò e piangerai,
    le mie parole saranno per te
    lame che taglieranno il tuo cuore.

    Hai innalzato un muro tra mente e cuore,
    solo tu puoi abbatterlo, nessuno al posto tuo.
    Se vuoi ascoltarmi ti parlerò della strada,
    di volti invisibili, lacrime, rabbia e sorrisi,
    ma se tutto questo è per te indifferente,
    torna pure nella tua gabbia mentale,
    non chiamarmi per farti uscire,
    non rubarmi tempo alla vita,
    le cose posso comprarle, il mio respiro no.

    Il tempo è un ladro
    e dimora nella tua vita;
    prende ciò che non dai,
    e ti dona qualsiasi cosa fai.
    Scegli ora a chi dar ragione,
    se all'egoismo o all'amore.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Domenica Borghese

      Felicità

      Guarda le luci che brillano in cielo di notte,
      ma non esprimere desideri su stelle che muoiono,
      sarebbe come sorridere sulle lacrime di chi è solo,
      e silenziosamente piange
      ma se lo incontri per strada non ti nega mai un sorriso.
      I sogni sono come petali, cadono ma ne rimane il profumo,
      forse non riuscirai a realizzarli tutti
      ma troverai qualcuno con cui sognarli.
      Le idee sono come acqua tra le mani,
      devi tenerle strette per dissetarti,
      forse non saranno capite da tutti
      ma troverai sempre qualcuno ad ascoltarti.
      La felicità è un attimo di gioia,
      quella che provi quando guardi gli occhi di chi ami
      in un attimo l'eternità si ferma in quello sguardo ricambiato...
      Un tramonto a mare, l'alba in montagna,
      l'abbraccio della famiglia, le risate con gli amici,
      il sorriso di un bambino.
      La felicità è un respiro di gioia,
      sentirsi vivi e vivere,
      non importa se si è soli.
      La felicità può nascondersi anche dentro una lacrima
      che silenziosamente disseta gli occhi,
      sfiorando il tuo viso come una carezza.
      La felicità la senti dentro;
      puoi scegliere di tenerla
      anche quando ciò che hai
      non è come lo avresti voluto.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Domenica Borghese

        Anime nella povertà

        Forse questo mio canto,
        non servirà a lenire il loro pianto.
        Non hanno più casa, né piatto, né bicchiere,
        ma solo l'indifferenza di chi non vuol vedere,
        per mettere l'accento sulla loro sofferenza.
        Forse questo mio grido
        non servirà a lenire il loro livido.
        Non hanno più casa, né piatto, né bicchiere,
        ma solo una preghiera contro l'indifferenza
        che consacra la sofferenza e sopprime l'esistenza.
        A cosa servono gli occhi,
        a cosa servono le mani,
        di ricchi esuli del domani.
        Schiavi del potere,
        calpestatori di dignità,
        impassibili di fronte a sorella povertà,
        abbiamo le coscienze assopite,
        siamo prigionieri della sovranità
        che fugge dalla realtà
        di anime nella povertà.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Domenica Borghese

          Amo questa vita.

          Vorrei sapere tu chi sei che
          cammini su di me come se
          fossi terra arida, secca, ostile,
          seminando lacrime nei miei occhi.

          Questa terra ha su di sé
          le orme dei passi di molti che
          si confondono, si affollano
          come foglie cadute in autunno.

          Ci cammino sopra da un po'
          qualcuna la raccoglierò e
          ne farò un quadro che ti regalerò
          per ricordarti chi siamo.

          Amo questa vita, sole e pioggia
          che nutrono le mie radici,
          in questi anni in crescita.

          Vedo mani unite passeggiare
          tra albe e tramonti,
          nuovi colori sapori, odori,
          amori che rivelano e dipingono
          la misteriosa bellezza dell'universo,
          la sincerità nella vita che nasce,
          porta il nome dell'Amore e si chiama Pace.
          Vota la poesia: Commenta