Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie inserite da Domenica Borghese

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Frasi di Film, in Umorismo, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Domenica Borghese

Signore, io non so fare tante cose

Signore, io non so fare tante cose,
per questo motivo affido a te ogni parola,
azione, risposta, opera, abbraccio, sorriso, carezza, lacrima
e preghiera che non ho saputo dire, donare, accogliere, asciugare, e fare.
Tu non Stai fermo mai e con questa certezza nel cuore
so che disporrai al meglio quello che io non sono riuscita nemmeno ad iniziare
o a finire a causa della mancanza di aiuto e di difficoltà
che il mondo mi ha messo come ostacoli.
Gesù ripara ciò che ho rotto,
finisci ciò che ho iniziato,
inizia quello che Tu vuoi io continui,
affinché ogni cosa sia messa a posto nella Volontà di Dio Padre.
Amen.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Domenica Borghese

    Ispirazione a San Paolo della Croce.

    Prima strofa:
    Paolo camminava i suoi passi nella vita.
    Dio lo scelse con grazia paterna
    per servire con amore e umiltà
    la Passione del Figlio Suo.
    Egli disse si alle Sante Piaghe
    di Gesù sulla Croce.

    Primo ritornello:
    S'inabissò nella Passione di Nostro Signore.
    Assaporò il miele del Divino Amore.
    In silenzio e solitudine,
    in preghiera e povertà,
    abbracciò la Croce di Nostro Signore.

    Prima frase di San Paolo:
    "Io so che, per misericordia del Nostro Caro Dio, non desidero saper altro, né gustar alcuna consolazione, solo che desidero d'esser crocifisso con Gesù".

    Seconda strofa:
    Quanta bellezza su quel monte!
    La penna sul foglio scorreva veloce
    come se un Angelo gli dettasse le parole.
    Si vide in spirito con una veste nera,
    sul petto una Croce bianca
    e sotto le iniziali del Cristo Salvatore.

    Secondo ritornello:
    S'inabissò nella Passione di Nostro Signore.
    Assaporò il miele del Divino Amore.
    In silenzio e solitudine,
    in preghiera e povertà,
    tramandò la Regola della Santa Passione.

    Seconda frase di San Paolo:
    "Noi professiamo, con voto, rigorosa povertà. Staccàti e spogli da tutto e da tutti: dal mondo, dalla roba, da sé stessi!.

    Terza strofa:
    Nel mondo si fece amico di briganti e banditi;
    aiutandoli a metter le ali che innalzano a Dio.
    Con un sorriso e in fraterna comunione,
    con viva Fede faceva guerra all'inferno,
    testimoniando la parola che il Buon Dio gli rivelò.

    Terzo ritornello:
    S'inabissò nella Passione di Nostro Signore.
    Assaporò il miele del Divino Amore.
    In silenzio e solitudine,
    in preghiera e povertà,
    abbracciò la Croce di Nostro Signore e
    tramandò la Regola della Santa Passione.

    Terza frase di San Paolo:
    " Amiamo il prossimo in Dio. Amiamo Dio nel prossimo".
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Domenica Borghese

      Pregare è...

      Pregare è anche:
      ricordarsi di chi si dimentica di te,
      il bicchiere d'acqua dato a chi ha sete,
      il pezzo di pane dato a chi ha fame,
      un vestito dato a chi è nudo,
      la carezza sul viso,
      l'abbraccio dato e ricevuto,
      l'umiltà che sorride alla presunzione,
      la fiducia che abbandona lo sconforto,
      la speranza che sveglia i desideri,
      le lacrime che piangi e quelle che trattieni,
      il sorriso da donare o ricambiare,
      un no detto per il bene,
      amare nella semplicità di un si.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Domenica Borghese

        Libertà.

        Non ascolto i consigli delle stelle,
        non credo nei proverbi,
        non ho scelto mai a caso,
        non affido ad una moneta ciò che posso decidere.
        Esco dalla stazione, non aspetterò nessun treno,
        cammino la mia strada, mi fermerò solo per bere, mangiare,
        dormire, sognare, pensare,
        e parlare con la gente che ha sul viso i segni della vita,
        dentro gli occhi i desideri, nei sorrisi la gioia,
        nelle lacrime le preghiere, tra le mani la libertà.
        Ognuno è padrone di sé stesso,
        ognuno è padrone della propria casa,
        ognuno è un dono da incontrare, accogliere, conoscere, e scegliere di amare.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: Domenica Borghese

          Io sono...

          Io sono ciò che sento, penso, scrivo, faccio, agisco, dico, indosso.
          Sono le scelte che ho fatto e le occasioni che non ho accolto.
          Sono le ragioni per cui piango e quelle per cui rido.
          Sono la forza di non arrendermi mai o la resa se è meglio lasciare andare.
          Sono i silenzi che scelgo di far parlare al posto mio quando non vengo ascoltata né capìta.
          Sono il suono dei miei passi che si allontanano se mi mandi via.
          Sono l'assenza ubbidiente che rimane in disparte.
          Sono la mia presenza accanto a te, se tu lo vuoi.
          Vota la poesia: Commenta