Scritta da: Danilo Cavalieri

Ancora una sigaretta

Consumo agitato l'ennesima sigaretta,
Il diavolo accarezza la mia gola con mano più stretta,
Esalo sospiri pesanti, la mente infestata dal delirio,
Ripensa alla tua lingua avvelenata pronunciare un insicuro "Addio".

Lascio che le lacrime percorrano il mio volto,
Immergendole dentro un bicchiere di dolore,
Lo sguardo nel vuoto, l'olfatto sente ancora il tuo odore,
Quella brezza di passione da cui venivo avvolto.

La notte senza te si reincarna in tempesta,
Le mie forti sicurezze crollano al solo sfiorarle,
Il cuore cerca ribellione mentre la mente contesta,
Un tempo avevan pace quand'eri tu a cullarle.

Pentirsi, è normale,
Rimorsi tormentano i pensieri sul meglio che potevo fare,
Spero come un illuso, credo come un incosciente,
Vivo nell'abuso, ma amo follemente.

Staccherò la corrente che alimenta il tuo ricordo,
Il nostro mondo di musica s'è tramutato in sordo,
Ancora una sigaretta, giuro, smetterò di pensarti,
Mento a me stesso, ne accendo un'altra, mentre continuo ad amarti.
Composta venerdì 19 aprile 2013
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Danilo Cavalieri

    Quando la notte arriva

    Ti spoglio,
    Mentre ti spogli dell'imbarazzo,
    Siamo due corpi immersi nella passione,
    Chiudiamo a chiave il nostro orgoglio.

    Ti spoglio,
    E perdo l'uso delle parole,
    Non servono, sento smarrirmi nei tuoi occhi,
    Nelle curve maledette che contornano il tuo corpo.

    Rendiamo questa notte infinita,
    Abbandoniamo il mondo intero,
    Altro non ho bisogno, oltre al tuo calore,
    Indeciso se mi trovo in paradiso o all'inferno.
    Composta sabato 30 marzo 2013
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Danilo Cavalieri

      Quando la notte arriva

      Ti spoglio,
      Mentre ti spogli dell'imbarazzo,
      Siamo due corpi immersi nella passione,
      Chiudiamo a chiave il nostro orgoglio.

      Ti spoglio,
      E perdo l'uso delle parole,
      Non servono, sento smarrirmi nei tuoi occhi,
      Nelle curve maledette che contornano il tuo corpo.

      Rendiamo questa notte infinita,
      Abbandoniamo il mondo intero,
      Altro non ho bisogno, oltre al tuo calore,
      Indeciso se mi trovo in paradiso o all'inferno.
      Composta sabato 30 marzo 2013
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Danilo Cavalieri

        Se questa è vita

        Senso non ha una vita mediocre,
        Vivere senza lasciar segno,
        Preferisco la morte precoce,
        Lasciando l'impronta che vi renda degno.

        Se questa è vita preferisco la fine più atroce,
        Abbandonando i cari privo di sentimento,
        L'anonimato diventa il mio complice,
        D'un reato mortale come il fallimento.

        Senso non ha una vita,
        Se il senso non siam noi a darlo,
        Correndo una strada in salita,
        Verso l'orizzonte sbiadito, il nostro traguardo.
        Composta martedì 23 aprile 2013
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di