Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie inserite da Daniela Cesta

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Daniela Cesta

Il sorriso

il sorriso è come una sorgente
spumeggiante di montagna

pieno di dolcezza e luce interiore
dona energia, ispirazione,

è come una forza misteriosa dell'universo
che cerca di raggiungere

ogni cuore, anima e spirito,
un sorriso è anche comprensione,

compassione, gentilezza, amore,
gioia, bellezza, dolcezza

il sorriso è come un miracolo di vita.
Composta giovedì 20 marzo 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Daniela Cesta

    PRIMAVERA

    Dolce esplosione d'amore
    boccioli sui rami, che brillano al sole
    incantesimo del tempo che cambia

    scintilla il sole di primavera
    la tiepidezza dell'aria è dolce
    a volte il cielo è bizzarro

    scrosci di pioggia, e subito dopo il sereno
    il cielo sorride al sole, come per gioco
    è primavera! Portando con se

    melodie e armonie, quasi magiche
    e lei, la donna primavera
    maliziosa e con aria sostenuta

    continua a trasformare
    ogni pianta, i germogli, come per incanto
    escono alla luce del sole

    lei la primavera, bella e scintillante
    al suo passaggio tutta la natura si inchina
    e come per miracolo, tutto è trasformato

    il periodo piu energico, dell'anno
    tutti amano, la primavera
    e le sue sconvolgenti magie.
    Composta sabato 22 marzo 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Daniela Cesta

      dobbiamo essere

      Ogni anima di questo mondo
      è importante per il signore e per l'universo,
      se noi siamo gentili, sinceri, riflessivi

      attenti, generosi, sempre sorridenti,
      felici, divertenti e sempre positivi,
      brilliamo come stelle del firmamento

      dobbiamo amare e credere nelle persone
      che possiamo conoscere e conquistare con la nostra dolcezza
      questo ci rende benedetti e lucenti come

      gioielli rari, con il riverbero che esce dal nostro cuore
      la compassione e il rispetto colora il nostro spirito
      proviamo a farci amare da tutti,

      da persone, bambini, cani e gatti,
      noi tutti siamo mito e leggenda di questo pianeta.
      Possiamo essere come angeli di questa galassia.

      Ma quando siamo soli a pensare
      lontano da ogni sguardo, nessuno ci vede
      allora possiamo anche piangere.
      Composta mercoledì 26 marzo 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Daniela Cesta

        You whispered to me

        "How do I see something not there
        What my eyes can't see before me
        I can imagine the color of the hair
        When it is not in my view to see
        I can imagine the texture of her skin
        Though it be too far away to touch
        I know it is soft and no where is it rough
        I can see the radiance of her smile
        Though I can't see what caused it to form
        I can see the sparkle in her eyes
        When I have no idea what image is in her view
        Words can't tell me her soft voice
        When they are only written
        Words can't tell me senses she feels
        When she is touched tenderly in the night
        My only way to know is to imagine
        Let my dreams fill in the spaces
        And then I know what my heart sees and feels.

        " Come faccio a vedere qualcosa che non c'è
        Quello che i miei occhi non possono vedere davanti a me
        Posso immaginare il colore dei capelli
        Quando non è a mio avviso da vedere
        Posso immaginare la consistenza della sua pelle
        Sebbene sia troppo lontano per toccare
        So che è morbido e non dove è ruvida
        Riesco a vedere lo splendore del suo sorriso
        Anche se non riesco a vedere che cosa ha causato a formare
        Posso vedere la scintilla nei suoi occhi
        Quando ho idea di quale immagine è a suo parere
        Le parole non possono dirmi la sua voce morbida
        Quando sono scritti solo
        Le parole non possono dire di me i sensi si sente
        Quando lei è toccato teneramente nella notte
        Il mio unico modo per saperlo è quello di immaginare
        Lasciate che i miei sogni riempire gli spazi
        E poi io so quello che il mio cuore vede e si sente.
        Composta domenica 30 marzo 2014
        Vota la poesia: Commenta