Scritta da: C. De Padua Visconti

L'anima

Passeggi nel mio corpo
infaticabile compagna
di immortal vita,
governi con dovizia
il mio essere,
le mie spoglie.
Con sagacia illumini
le ombre dei miei sentieri
sovente mi devi
da squallidi percorsi,
sei l'invisibile saggezza
che governa i miei sensi,
che alberga perenne
nel morituro corpo,
sei: l'anima.
Composta domenica 23 marzo 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: C. De Padua Visconti

    Tu sarai sempre lì in quel sogno che aspetto

    Io ti vidi
    e non fu l'ultima volta,
    ti baciai e non fu l'ultimo bacio,
    t'accarezzai
    le gote
    con labbra infuocate,
    tu eri lì tra fiori d'arancio
    e sorgenti sgorganti
    noi ci rivedremo
    non so quanto ancora
    ma sigilleremo
    le anime.
    Tu eri lì
    dove io attendo,
    chissà se nell'ombra
    della notte
    tu sarai sempre lì in quel sogno che aspetto!
    Composta lunedì 17 marzo 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: C. De Padua Visconti

      Saperti lontana... una lama nel cuore

      Saperti lontana
      non è un pensiero
      forse un emozione
      un dolore
      un lutto che rivivo nei minuti
      che passano,
      nelle inquietudini,
      nella noia.
      Saperti lontana
      è avere nel cuore
      una lama
      che semina ferite
      nell'anima
      mentre tutto scorre
      in un vuoto
      in un silenzio assordante
      in un angoscia
      trepidante!
      Saperti lontana
      e non toccarti,
      saperti lontana
      e non baciarti,
      saperti lontana
      quando
      tutta l'anima trema
      ansiosa
      di sposare la tua!
      Saperti
      lontana
      immersa
      in sguardi indiscreti
      in quanto ai miei occhi
      assetati dalle tue forme
      aspettano
      voracemente
      il tuo corpo!
      Saperti lontana
      e non poterti
      afferrare
      per stringerti
      ai fianchi
      in mille carezze
      baci
      è desiderio
      bramosia
      amore orfano,
      saperti lontana
      e non sapere nulla
      del nulla!
      Composta sabato 8 marzo 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: C. De Padua Visconti

        Mentre gli occhi s'interrogano

        In questa notte stellata
        odo il fruscio dei tuoi passi
        il canto della tua voce
        che sussurra il mio nome;
        tu dalla brezza
        leggiadra ti adagi
        e prosti il tuo corpo
        sulle mie gambe
        io e te soli
        in un colloquio
        mentre gli astri
        imbiancano
        i nostri visi
        e gli occhi
        nella fioca luce
        s'interrogano!
        Composta domenica 23 febbraio 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: C. De Padua Visconti

          Ochhiello e bottone

          Incontrai per caso
          chi mi fu necessario
          indispensabile come aria
          a dar vita alla mia anima!
          Ma più necessario
          ero io per lei
          come lei lo era per me!
          Occhiello e bottone
          utili solo nella nostra funzione
          a chiudere quel manto
          di tristezza,
          a stringere quei lombi di bellezza,
          più certa della morte
          la nostra appartenenza
          le nostre mani
          le mie le sue
          sulle nostre gote
          lacrime
          in gioia
          io lei
          occhiello
          e bottone!
          Composta domenica 23 febbraio 2014
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di