Scritta da: C. De Padua Visconti

Tu porti via parte di me

Polvere soffiato dal vento
è il tempo che scorre
quando sei lontana!
Invano addomestico
i sensi,
indocili e ribelli
sfuggono
a te!
Il cuore palpita
e il petto
scuote
per il fibrillare dell'anima!
Tu porti via
parte di me,
in tua assenza
io vivo a metà!
Se solo potessi
strappare il mio cuore ferito
portelo nel tuo petto
capiresti quanto
amore e quanto strazio
quanta gioia e disperazione
tu misceli il tutto
in questo corpo assuefatto!
Volgi il passo
corri e vivi
tu che vita sei per me!
Luce all'ombra
caldo al freddo
gioia al pianto
tu divina metamorfosi
del mio umore,
irradia e accendi
questo amore!
Composta sabato 17 maggio 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: C. De Padua Visconti

    Tra veglia e sonno

    Tra veglia e sonno
    nell'oscura ombra
    la mia triste calma
    scossa dai tuoi sospiri
    vento dei tuoi profumi,
    dimmi: anima della mia anima,
    sei tu che mi svegli
    e mi parli d'amore?
    Al mio tenero tocco
    ti svegli e al guardarti
    i tuoi lucidi occhi
    rispecchiano
    come onde di mare,
    i cui raggi di sole
    si perdono nelle sue acque!
    Parli con voce tenue
    sibili il mio nome
    e richiudi le palpebre
    con palmo di mani
    sfioro le tue gote,
    accarezzo le tue labbra
    con la mia bocca!
    Dormi amore dormi!
    Oso vederti, vegliarti
    mentre tu dormi.
    Composta domenica 11 maggio 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: C. De Padua Visconti

      La tua foto un placebo in mezzo al petto

      Invano attenuo il dolore del tuo distacco,
      placebo la tua foto in mezzo al petto
      umida del sudore del silenzio
      sgualcita dalle dita,
      sul mio cuore una ferita!
      M'invento cento cose
      per distrarmi
      inutile mi riaffiori
      prepotente!
      Se smetto di pensarti
      sono un folle
      in mente tu ci viene
      dolcemente!
      Allora invoco il tuo
      nome nella mente
      odo un eco
      rimbombare
      follemente
      il mio cuore
      lo hai legato
      lo hai stregato!
      Sono qui che t'aspetto
      nella notte
      fosse anche un sogno
      io lo aspetto
      nel mio letto!
      Composta domenica 4 maggio 2014
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: C. De Padua Visconti

        Tediose sere

        Son tediose le sere
        quando sei via.
        C'è in me una grigia nebbia
        oscura la mia vita
        benché le stelle faccian luce.
        Il tempo sembra trattenersi
        in odiosi rituali
        scocca l'ora lentamente
        come un giorno, un mese un anno.
        Son qui seduto e penso
        la distanza
        un crudel silenzio!
        L'anima sembra imbottigliata
        annaspa il tuo
        profumo spento!
        Stretto al petto
        il tuo rossetto
        le tue labbra su di esso
        le assaporo ingenuamente
        per l'inedia del tuo corpo!
        Composta domenica 27 aprile 2014
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: C. De Padua Visconti

          Sei il dolce ticchettio

          Non sono vuote
          le ore
          gli attimi!

          Dall'alba
          al tramonto
          senza intervalli
          scandisci il mio tempo!

          Sei il dolce ticchettio
          di un pendolo
          risuoni in me perpetua
          nella distanza
          con la tua essenza!

          Tocchi il mio triste cuore
          chissà forse la tua anima
          che io adoro,
          portentosa come un angelo
          da vigore al mio corpo!

          Nò non sono vuote
          le ore, o gli attimi;
          la tua assenza
          come il vento invisibile
          bussa alle porte del
          mio cuore,
          da lontano
          l'amore non ha barriere,
          non teme il tempo!
          Composta lunedì 21 aprile 2014
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di