Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: C. De Padua Visconti

Muri

Son duri i muri,
non quelli fatti con mattoni
visibili e palpabili.
Sono invisibili,
intoccabili,
i muri che imprigionano l'anima,
chiudendola in una fortezza
fatta di pregiudizi,
intolleranza,
invidia,
perfidia!
Quest'ultimi
sono i veri muri da abbattere,
se vogliamo liberare l'amore
e la fratellanza
dalle catene dell'egoismo.
Composta domenica 7 dicembre 2014
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: C. De Padua Visconti
    Le tue mani
    leggiadre come farfalle
    planarono sui miei polsi
    e le mie braccia
    il mio petto
    furono come attraversati
    da impetuose scosse
    che scorrevano
    sottopelle.
    Le tue mani calde
    a custodirmi
    dal vento della malinconia
    a rifiorire in me sensi
    ibernati nel freddo dell'ipocrisia!
    In quel tepore trasmesso
    in me, nell'anima mia,
    ci fu letizia
    un tripudio d'agio
    e mi lasciavo abbandonare.
    Le tue mani
    compiutamente
    sulle mie
    a placare l'errare
    di un amore in perdizione
    per il rifiorir di un amore
    senza condizione.
    Composta domenica 16 novembre 2014
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: C. De Padua Visconti
      Petali di rose
      sono le tue vesti
      lasciate su quel letto disfatto!
      Il tuo profumo aleggia
      in quella camera buia.
      E le tue unghie sono spine
      che lasciano segni sulla pelle!
      In quel giardino della tua anima
      io colgo fiori colorati,
      profumi misti di natura
      m'inebriano i sensi.
      Dalle tue labbra
      baci dolci come miele;
      tu sei la mia sostanza vitale.
      Composta domenica 9 novembre 2014
      Vota la poesia: Commenta