Scritta da: Aqif Hysa
In un momento preciso di un tempo preciso
In un ora esatta del mio improvviso
Faro le analisi del sangue e del fuoco
Separando le molecole distruttrici da quelle generatrici
I guerrieri dal pacifici, i religiosi dai ateisti
Il vino da Dio, il diavolo dalle preghiere
La parola dalla mormora

In un tempo preciso del mio improvviso.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Aqif Hysa
    Le piccole stelle non si vedono più
    Occhi di uccelli morti sembrano; i cacciatori se ne sono andati
    So che mi aspetti. L'unica cosa che puoi fare per me. La strada
    e deserta sotto la pioggia. Il vento tira forte senza fregarsene
    del mio deserto... il mercato della carne è aperta ventiquattro ore su ventiquattro
    Cosce nude fino alle natiche fino alla ficca divaricate di fianco alla strada
    Sessi caldi multicolori che lavorano anche nei giorni delle mestruazioni
    Il tempo moderno funziona senza mutande
    Aspettare è un senso di beninteso o lealtà senza fiducia
    Se piove anche domani non si possono vedere le piccole stelle
    Ma la giornata viene pagata nonostante questa
    Le mucche i maiali i vitelli i cinghiali le pecore le capre le galline
    i cavalli i cucci i cani i gatti bisogna mangiare e il
    loro letame bisogna pulire
    Domani sera anche se piove spero di vedere le piccole stelle
    Cercando i fiori nella merda.
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di