Le migliori poesie inserite da Jole Breads

Questo utente ha inserito contributi anche in Frasi & Aforismi.

Scritta da: Jole Breads
Ho voluto
Ho cercato
Ho sognato
Ho amato

Ho sperato nel mio cuore
di non esserci dolore
ma nel vento mi hai portato
e di colpo mi hai lasciato
mai una rosa mi hai donato
avaro cuore e ingrato

Ho voluto
Ho cercato
Ho sognato
Ho amato

Disperata la mia ala
nel volo si è spezzata
e come un sasso son caduta
sulla terra fredda e cruda

Ho voluto
Ho cercato
Ho sognato
Io ti ho amato...!

Non pensare che sia un gioco
perché tu eri il mio scopo
eri tutto ciò che avevo
e ad un tratto io non c'ero
Com'è cupa la mia vita
che oramai sembra finita

Ho voluto
Ho cercato
Ho sognato
Quanto ti ho amato.
Composta giovedì 24 novembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Jole Breads

    Immagine di te

    Sto cercando di ricordare il tuo viso,
    ma è un immagine sfocata,
    rarefatta e indefinita.
    Cerco di sforzarmi
    nel ricomporre i tuoi lineamenti,
    i tuoi occhi, il tuo naso, la tua bocca.
    ma si dissolve nell'aria
    quell'immagine di te
    a me tanto cara.
    Mi aggrappo all'idea
    di riuscire a ritrovarti
    in un tempo e luogo lontani,
    perché solo così
    avrò la certezza di rivederti,
    di toccarti, guardarti
    e amarti ancora... e... ancora.
    Lì in quel luogo nascosto
    della mia mente
    che ormai troppo piena
    di tante cose ti sta dimenticando.
    Le tue labbra carnose sulle mie,
    i tuoi sorrisi, il mio continuo giocare
    con una ciocca dei tuoi capelli color corvino
    che accarezzano il mio volto
    mentre ti guardo assorta nei miei pensieri,
    mentre mi chiedo se davvero sta succedendo a me,
    se davvero sei tu vicino a me,
    disteso al mio fianco e dolcissimo.
    Composta sabato 3 dicembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Jole Breads

      La culla del tempo

      Nella culla del tempo
      sono qua che aspetto te
      in trepidante ed emozionante attesa.
      I miei occhi scorgono da lontano
      la tua sagoma che si avvicina sempre più,
      il tuo sguardo voglioso di me mi chiama
      mentre desiderandoti
      lascio che le cose accadano.
      Avvolti dalle nostre anime
      ci lasciamo trasportare dall'istinto.
      Il tempo scorre ma noi non ce ne curiamo
      presi da tutto il resto,
      che prende il sopravvento
      chiusi in una bolla di sensazioni,
      carezze e coccole interminabili.
      Nella culla del tempo dondoliamo
      lasciandoci andare liberi di emozionarci,
      i secondi, i minuti diventano ore e giorni
      noi due in un unica essenza d'amore.
      Composta giovedì 29 dicembre 2011
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di