Scritta da: Alessandro Rossini
È l'inverno
che non ha mai fine
nel bianco di pomeriggi stanchi
sbadigli distratti

e poi l'improvviso
risveglio del tempo
nei colori del pittore
carico di passione

quando arrivi?
ti aspetto al solito posto
quando passi
con il tuo incedere lento

la sera ora è giorno
l'attesa è finita
la vita corre
ma noi siamo fuori dal mondo.
Composta lunedì 25 febbraio 2013
Vota la poesia: Commenta
    Questo sito contribuisce alla audience di