Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Gaetano Toffali
in Poesie (Poesie personali)

È stato bello stasera

È stato bello stasera
Sotto un soffio di luna
Fare l'amore per strada
Camminando con te

Con la musica addosso
Fare a baci un concerto
Stare lievi nel mondo
Ricordarci di noi

Poi passare le mani
Tra le pieghe del giorno
Rivestire i pensieri
Farci dolci nel cuore

è stato bello stamani
Lo svegliarmi con te
Senza altro domani
Che il sapere che c'è.
Composta nel 2009
Vota la poesia: Commenta
    in Poesie (Poesie personali)

    Corso Palladio

    Spesso un ricordo!
    Mi capitava frequentemente di rientrare
    all'alba, stanco. Lasciavo la mia auto al solito
    posto e mi incamminavo verso il corso deserto.
    Un'aria stranissima di una pace surreale, come se il
    faccendio caotico del giorno non gli appartenesse.
    Ma ad un certo punto mi fermavo e tutto assorto... chiudevo
    gli occhi mentre accarezzavano i miei pensieri i cinguettii degli
    uccelli che sembravano chiamarsi dalle magnolie di s. Corona.
    Composta sabato 21 aprile 2007
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Rita S.
      in Poesie (Poesie personali)

      Fuga dal nulla

      Raffiche... raffiche
      controvento.
      Corro... il fiatone!
      Non devo inciampare
      su sassi e gradini
      non posso cadere.
      La corsa si ferma...
      mi giro, braccata
      riprendo, sfiancata.
      Una fitta... una fitta.
      La luce mi acceca,
      il vento che taglia
      la gente... la folla...
      pugnali affilati,
      è troppo, è troppo...
      e cerco vittoria
      sul tempo e lo spazio,
      e mastico... mastico
      rabbia spezzata
      frammista a volere.
      Vota la poesia: Commenta
        in Poesie (Poesie personali)
        Potessi tenere la tua fatica,
        la eleverei al cielo,
        legandola a stelle brillanti,
        così che non possa... opprimere la tua stanca testa...

        Potessi sfiorare la tua tristezza,
        ne farei una maschera colma di sorriso,

        Potessi asciugare le tue paure,
        le plasmerei nel letto fatato di un sogno...
        per vederle tramutare in una piccola gioia,

        Potessi assaporare il tuo amore,
        ne cullerei il sapore,
        ne addolcirei il colore...
        ne sgranerei le emozioni...

        e insieme a te
        mi lascerei trasportare in un mondo che non c'è!
        Vota la poesia: Commenta