Area Riservata

Poesie personali


poesia postata da: Franco Mastroianni, in Poesie (Poesie personali)

Tra le pedine della dama

Come un battito d'ali un soffio di vento quando gioca con le foglie
mi arriva la tua voce e dai pensieri mi distoglie

Senza fatica usar memoria per ricomporre un volto ormai nascosto messo da parte in un cassetto
in mezzo ai gomitoli di lana
confuso tra le pedine della dama

Disintegrare l'attimo uscire dalla vita quotidiana
cercare vie di fuga trovare degli sbocchi
correre in fretta al buio verso la luce dei tuoi occhi

Ma il fiato è corto non mi aiuta devo calmarmi
andare piano intanto al buio annaspo cerco
mischiando i giorni andati
nel domani

Ma non trovo le tue mani.





poesia postata da: Anna D'Urso, in Poesie (Poesie personali)

Per chi non c'è

Guardavo attonita le immagini in tv
non riuscivo a crederci che non c'eri più,
quel tratto di vita che tante volte avevo percorso,
ora non c'era più, tutto scomparso.
Lo sguardo di chi era li e incredulo sapeva
che ormai era troppo tardi, di loro il nulla restava.
Stringevo al petto la mia bimba che ignara della vita
giocava con i miei capelli, le mie ciocche ribelli,
mai avrebbe visto di persona
quanto aveva lottato quel magistrato
per liberare la nostra città dall'oppressione,
dalle ingiustizie subite e dalle atrocità,
da quelle mani che tutto raggiungevano,
da tante morti assurde che tutti piangevàmo.
Ora il silenzio supera le parole stanche
ma le loro idee camminano sulle nostre gambe...
Riferimento:
A Giovanni Falcone, alla moglie e agli uomini della scorta uccisi dalla mafia 23 maggio 1992.
E' stata frase del giorno
domenica 25 maggio 2008