Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Costa
in Poesie (Poesie personali)

Le giornate del mio tempo

Le giornate del mio tempo, non sono fatte soltanto di ore.
Le giornate del mio tempo sono come tanti solchi di terra.
Ogni linea, un suono. Ogni linea, un colore.
Ogni linea, un volto. Ogni linea, un ricordo.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Son fatte di aromi antichi, come spezie d'oriente.
Son fatte di dolci melodie, a volte leggere,
a volte incalzanti, a volte insopportabili frastuoni.
Tante cose volute dal cuore. Tante cose cercate lontane. Tante cose cadute dal cielo.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Son fatte di spine nel cuore, come pungenti parole. Son fatte di dolci sorrisi, come le vetrine dei bar. Così son fatte le giornate del mio tempo.
Le giornate del mio tempo sono come pagine al vento. A volte volano in alto,
a volte ti sbattono in faccia, a volte si posano accanto. Tante cose sognate da tempo.
Tante cose perse per sempre.
Tante cose ritrovate per niente.
Così son fatte le giornate del mio tempo.
Non sono fatte soltanto di ore le giornate del mio tempo.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Costa
    in Poesie (Poesie personali)

    I segreti della luna

    Il tempo, un vampiro
    coi denti aguzzi,
    custodisce i segreti
    di un uomo controverso.
    Parole sospese nell'aria,
    quasi escluse
    dai flussi della storia.
    Un tempo congelato,
    di trame invisibili,
    appena quasi velate,
    di una memoria collettiva.
    Ognuno ha descritto,
    fotografandolo,
    il proprio mondo.
    La sensazione è
    quella di essere stato
    ogni tanto dimenticato.
    Quando poi mi sono
    svegliato ho pianto
    e riso accanto
    a visioni differenti
    di due mondi paralleli.
    Così ho pensato
    di creare una storia,
    per me fondamentale,
    dove ogni tanto
    il racconto s'intreccia
    senza mai dover svelare
    alcune verità nascoste
    di un uomo, per me
    sempre amato.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Megghy
      in Poesie (Poesie personali)

      Le notti rubate

      Una serata candida colma di stelle bianche
      ricordava con stupore sensazioni proibite.
      Leggera era l'aria con rumori assai pesanti.

      Occhi verso l'alto ad ammirare la piacevole notte
      Che lentamente scopriva tutti i colori dell'arcobaleno.

      Pensieri proibiti...
      creati per poi essere esiliati dalla mente...
      Mente stanca di produrre la tenue dolcezza...

      Affiora ogni giorno lo spazio delle cose mai dette...
      e come dopo una tempesta di ghiaccio
      Nulla si muove.
      Composta martedì 6 giugno 2000
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Megghy
        in Poesie (Poesie personali)

        La fermata

        Sentivo da lontano un inebriante profumo
        che chiamava l'attenzione di persone
        non autorizzate a percepirlo.

        Arriverà un momento dove nessuno
        avrà parole chiare da dire,
        la possibilità di scolpire certezze sulle pareti dell'anima...
        Solo un'illusione.

        Davanti a me le bugie corrono
        ma non sanno che sono già morte.
        Ancora una volta respinta dalla fortuna,
        racchiudo vergogna nell'ammettere che le decisioni
        prese dal mio cervello non coincidono
        con la vita che avevo scelto di vivere.

        La speranza è di essere guardata per una volta
        con gli occhi di chi sa cosa c'è nel mio regno.
        Composta giovedì 21 ottobre 1999
        Vota la poesia: Commenta