Scritta da: Antonio Recanatini
in Poesie (Poesie personali)

Mai sano

Non posso toccarla, ma la respiro.
È indomabile quando sale
troppo stanca quando molla.
Si arenò dentro me,
poi si disperse nella mente, col brivido dolente.
Non si attenua, non si distrugge,
solo il veleno la contiene,
solo il veleno la offende e la difende.
Rallentare il pensiero, restringere la riflessione
è l'unica mediazione, ma mai soluzione.
Cento immagini ci accalcano nel pensiero,
centomila immagini seguono, poi la pace.
Non posso toccarla, ma la respiro.
Mai doma torna alla carica
solo il veleno la contiene
rallentando gli spasmi, il furto dei timori,
si arenò dentro, trovò rifugio nella confusione
ancora si sdoppia e non provo emozione.
Malattia, avverbio strambo chi ti non teme,
di chi sa di dover lottare per poter ancora ricordare.
Non posso toccarla, ma posso condurla
finché mi vorrà alla guida, finché manterrà i patti.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Yatriko Di Vento
    in Poesie (Poesie personali)

    Dalla mia casa si vede il mare

    Dalla mia casa si vede il mare
    e mi sento fortunata.
    Nelle belle giornate riflette la luce solare
    il piano d'acqua argentata
    e comprendi chi ha desiderio di partire
    verso una meta incantata.
    Se è di cattivo umore il cuore fa tremare
    ma a tempesta placata
    la storia d'amore può ricominciare,
    e mi sento fortunata perché
    dalla mia casa si vede il mare.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Gabriella Stigliano
      in Poesie (Poesie personali)

      Scenografie di carta

      Scenografie di carta
      si reggono
      ai miei polsi stanchi,
      in cui fluisce
      un fuoco ancestrale,
      una passione
      che non vuole finire,
      un sogno d'amore
      che ritorna
      a farmi male.
      Scenografie di carta
      per disegnare altre strade
      ed il proprio reame,
      per non vedere
      il pianto del reale,
      per essere guardate
      prima di sapere.
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di