Area Riservata

Poesie in Spagnolo


poesia postata da: Desafinado64, in Poesie (Poesie in lingua straniera)
Não me deixem ir tão sò,
Tão sò, transido de frio...
Eu quero um renque de vozes
Por toda a margem do rio!
Como alguém que adormecendo
E umas vozes escutando,
Nem soubesse que as ouvia,
Nem soubesse que as ouvia
Ou se as estava sonhando,
Eu quero um renque de vozes
Por toda a margem do rio:
Vozes de amigo calor
Na lenta e escura descida
Como lanternas de cor
E aonde mais longe eu me for
(Quanto mais longe da vida!)
A borboleta perdida
Da tua voz, pobre amor...

Altra canzone

Non lasciatemi andare tanto solo,
Tanto solo, intirizzito di freddo...
Io voglio un filare di voci
Per tutta la riva del fiume!
Come uno che addormentandosi
E delle voci ascoltando,
Neanche sapesse di udirle,
Neanche sapesse di udirle
O se le stava sognando:
Voci di amico calore
Nella lenta e oscura discesa
Come lanterne colorate
E dove sarò più distante
(Quanto più distante dalla vita!)
La farfalla smarrita
Della tua voce, povero amore...


poesia postata da: Jean-Paul, in Poesie (Poesie in lingua straniera)

El pájaro yo

El pájaro yo

ME llamo pájaro Pablo,
ave de una sola pluma,
volador de sombra clara
y de claridad confusa,
las alas no se me ven,
los oídos me retumban
cuando paso entre los árboles
o debajo de las tumbas
cual un funesto paraguas
o como una espada desnuda,
estirado como un arco
o redondo como una uva,
vuelo y vuelo sin saber,
herido en la noche oscura,
quiénes me van a esperar,
quiénes no quieren mi canto,
quiénes me quieren morir,
quiénes no saben que llego
y no vendran a vencerme,
a sangrarme, a retorcerme
o a besar mi traje roto
por el silbido del viento.
Por eso vuelvo y me voy,
vuelo y no vuelo pero canto:
soy el pájaro furioso
de la tempestad tranquila.

L'io uccello

Mi chiamo Pablo, l'uccello,
l'uccello di una sola piuma,
il volatore d'ombra chiara
e di chiarezza confusa,
le ali non mi vedono,
le mie orecchie risuonano
quando passo tra gli alberi
o sotto le tombe
così come uno sfortunato ombrello
o come una spada sguainata,
teso come un arco
o rotondo come un'uva,
volo e volo senza saperlo,
girato nella notte buia,
chi viene ad aspettarmi,
chi non vuole il mio cantare,
chi mi vuole morto,
chi non sa che sono arrivato
e non verrà a battere,
a sanguinare, torcere
o baciare il mio vestito rotto
dal fischio del vento.
Così vengo e me ne vado,
volo e non volo, ma canto:
sono l'uccello furioso
della tempesta tranquilla.
Composta
lunedì 8 aprile 2013
Riferimento:
Traduzione letterale di Jean-Paul Malfatti.
Dedica:
Alla mia amica Cinzia Cristiano.

poesia postata da: Desafinado64, in Poesie (Poesie in lingua straniera)

Presença

È preciso que a saudade desenhe tuas linhas perfeitas,
teu perfil exato e que, apenas, levemente, o vento
das horas ponha um frêmito em teus cabelos...
È preciso que a tua ausência trescale
sutilmente, no ar, a trevo machucado,
as folhas de alecrim desde hà muito guardadas
não se sabe por quem nalgum móvel antigo...
Mas è preciso, também, que seja como abrir uma janela
e respirar-te, azul e luminosa, no ar.
È preciso a saudade para eu te sentir
como sinto - em mim - a presença misteriosa da vida...
Mas quando surges és tão outra e múltipla e imprevista
que nunca te pareces com o teu retrato...
E eu tenho de fechar meus olhos para ver-te.

Presenza
Bisogna che la nostalgia disegni i tuoi lineamenti perfetti,
il tuo profilo esatto e che appena, lievemente, il vento
delle ore ponga un fremito nei tuoi capelli...
Bisogna che la tua assenza esali
nell'aria un profumo sottile di trifoglio calpestato,
di foglie di rosmarino da tempo conservate
chissà da chi in qualche mobile antico...
Ma bisogna, anche, che sia come aprire una finestra
e respirarti, azzurra e luminosa, nell'aria.
Occorre la nostalgia perché io ti senta
come sento - in me - la presenza misteriosa della vita...
Ma quando appari sei tanto altra e multipla e imprevista
che non somigli mai al tuo ritratto...
E devo chiudere gli occhi per vederti.

poesia postata da: lollosolove, in Poesie (Poesie in lingua straniera)

Camino contigo

Cuando sientas que la vida
para ti ya no tiene sentido,
dame tu mano,
yo estoy contigo.

Creo en ti amigo:
si tu sonrisa es como un rayo de luz
que alegra mi exsistencia.

Cuando te encuentras solo
atormentado y perdido,
dame tu mano,
yo estoy contigo.

Creo en ti amigo:
si compartas mis làgrimas y
si sabes llorar con los que lloran.

Cuando el cansancio
te para el camino,
dame tu mano,
ando contigo.

Creo en ti amigo:
si tu mano està abierta para dar y
si tu voluntad es generosa para ayudar.

Creo en ti amigo:
si tus palabras son sinceras y
si expresan lo que siente tu corazòn.

Creo en ti amigo:
si no te verguenzas de ser mi amigo
en las horas tristes y amargas.

Aunque tu no me veas
yo estoy contigo,
por siempre,
mi amigo.

Traduzione:

Quando senti che la vita
per te già non ha senso,
dammi la tua mano,
io sono con te.

Credo in te amico:
se il tuo sorriso è come un raggio di luce
che allegra la mia esistenza

Quando ti trovi solo
Tormentati e perso,
dammi la tua mano,
io sono con te.

Credo in te amico:
se condividi le mie lacrime e
se sai piangere con quelli che piangono.

Quando la fatica
ti ferma il cammino,
dammi la tua mano,
cammino con te.

Credo in te amico:
se la tua mano è aperta per dare e
se la tua volontà è generosa per aiutare.

Credo in te amico:
se le tue parole sono sincere e
se esprimono quello che sente il tuo cuore.

Credo in te amico:
se non ti vergogni di essere mio amico
nelle ore triste e amare.

Sebbene tu non mi vedi
io sono con te,
per sempre,
mio amico.
Composta
lunedì 25 febbraio 2013