Questo sito contribuisce alla audience di
Scritta da: Elisa Iacobellis
I ricordi, un inutile infinito,
Ma soli e uniti contro il mare, intatto
In mezzo a rantoli infiniti...

Il mare,
Voce d'una grandezza libera,
Ma innocenza nemica nei ricordi,
Rapido a cancellare le orme dolci
D'un pensiero fedele...

Il mare, le sue blandizie accidiose
Quanto feroci e quanto, quanto attese,
E nella loro agonia,
Presente sempre, rinnovata sempre,
Nel vigile pensiero l'agonia...

I ricordi,
Il riversarsi vano
di sabbia che si muove
Senza pesare sulla sabbia,
Echi brevi protratti,
Senza voci echi degli addii
A minuti che parvero felici...
Vota la poesia:9.40 in 10 voti

    Commenti

    Invia il tuo commento
    Vota la frase:9.40 in 10 voti

    Disclaimer [leggi/nascondi]

    Guida alla scrittura dei commenti