Area Riservata

Filastrocche per bimbi


poesia postata da: Egizia Russo, Poesie (Filastrocche)

La befana

Cappello alla romana
giacca rossa rattoppata
sale sulla scopa
ed ecco in volo
la befana!
Furbacchiona
come i gatti
ride e fischia
sopra i tetti
Sulle spalle ha tanti sacchi
da posare sui caminetti
donando allegria
a tutti i bambini
balocchi e dolcetti
caramelle e confetti
La befana
prende il volo verso casa
infreddolita stanca
s'addormenta che quasi l'alba
Una gioia da ricordare
solo essa sa donare
un po matta un po bizzarra
non si può mai dimenticare.
Composta
domenica 5 gennaio 2014
Riferimento:
È la festa di tutti i bambini. Porta gioia e tanta allegria, ed è a loro che la dedico. La befana è una simpatica nonnina bizzarra e divertente!

poesia postata da: Lucia Quarta, Poesie (Filastrocche)

La befana

La befana viene a mezzanotte
trova chiuse tutte le porte,
dal camino bisogna andare,
sperando che il camino non sia stretto
oppure non potrà entrare.

La befana è una nonnina
che viaggia con la scopa vecchia di prima,
i bambini questa sera, vogliono pregare alla befana
di essere buoni tutta la settimana,
ma non la settimana solamente, vogliono
essere, bravi sempre.
Composta
giovedì 2 gennaio 2014


poesia postata da: Gianluca Cristadoro, Poesie (Filastrocche)

Confusioni religiose

Minge il Ming imperatore
dentro al Gange per tre ore
e di giallo un po' lo tinge
poi si pente e solo piange.

Parla il Brama con la Sfinge
Quella muta non risponde
da piramidi e da sponde
del gran fiume. Forse finge!

Oppur sol, semplicemente
le duol molto la laringe.
Tanto più che amabilmente
porge al dio che si dipinge

tre quesiti sul papiro
per portarlo un poco in giro.
Quello per tutta risposta
dice "No! Me lo fai apposta!"

E solingo se ne torna
a bramar d'aver le corna
nella terra sua natia
e sentir la litania

del fachiro e del bramino
del raja e poi del rabbino
di tre pope e del prelato
che rimangon senza fiato

a girare tutt'intorno
al Totem di foglie adorno
finché sopraggiunge Budda
a mangiar... la pastasciudda!
Composta
lunedì 9 dicembre 2013

poesia postata da: Giulia G., Poesie (Filastrocche)

Notte di Natale

Splende la stella cometa
nel cielo di Betlemme
Un evento lei annunciava
mentre il sole dietro i monti calava
Davanti ai palpiti d'attesa
La notte buia era discesa
Sol una candela rimaneva accesa.
Poi all'improvviso
un angelo cherubino
annunciava la nascita del santo bambino
A riscaldare dal gelido freddo il piccolo bambinello
son il bue e l'asinello
Suona le campane al suon di festa
Per portar doni ognuno s'appresta
E da lassù gli angeli
Cantano in coro "Osanna, Osanna Nell'alto dei cieli"
Composta
lunedì 9 dicembre 2013

poesia postata da: Gianluca Cristadoro, Poesie (Filastrocche)

Nonsense

Il ramarro mangia il farro

Ma di lui non già ti narro
Ti dirò però del pero
che si incrocia con il melo
e diviene un frutto mero.

Ti dirò del bianco velo
che ricopre un po' pietoso
il discorrere penoso
di politica e del cielo

che più grigio è diventato
e la pioggia ha riversato
sulla gente e i campi in fiore
sul poeta e il cantautore,

su chi ode l'ode e loda
su chi odia code e moda,
su chi piange come un bimbo
su chi balla un casto limbo

su chi ansioso scrive e canta
sulla razza e sulla manta
sulla menta e l'amarena
su chi aggiunge della crema

alla torta che è già in forno
sul mio albero che adorno
di lucine, trine e palle
su chi or smette di dir balle!
Composta
martedì 3 dicembre 2013

Fai pubblicità su questo sito »