Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: Silvana Stremiz

La ciocca ritrovata

Lui ritrova nella memoria
La ciocca di lei castana
Non par vero ma ti ricordi
Dei nostri due destini stanchi
Di boulevard de la Chapelle
Del bel Montmartre e di Auteuil
Me lo ricordo mormora lei
Il giorno che ho passato la tua soglia
Vi cadde come un autunno
La ciocca del mio ricordo
E la sorte di noi che ti stupisce
Si sposa al giorno che finisce.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Il ponte Mirabeau

    Sotto il ponte Mirabeau scorre la Senna
    E i nostri amori
    Me lo devo ricordare
    La gioia veniva sempre dopo il dolore
    Venga la notte suoni l'ora
    I giorni se ne vanno io rimango

    Le mani nelle mani faccia a faccia restiamo
    Mentre sotto
    Il ponte delle nostre braccia passa
    L'onda stanca degli eterni sguardi
    Venga la notte suoni l'ora
    I giorni se ne vanno io rimango

    L'amore se ne va come quest'acqua corrente
    L'amore se ne va
    Com'è lenta la vita
    E come la Speranza è violenta
    Venga la notte suoni l'ora
    I giorni se ne vanno io rimango

    Passano i giorni e passano le settimane
    Né il tempo passato
    Né gli amori ritornano
    Sotto il ponte Mirabeau scorre la Senna
    Venga la notte suoni l'ora
    I giorni se ne vanno io rimango.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Verso sud

      Zenit
      Tutti quei rimpianti
      Quei giardini sconfinati
      Dove modula il rospo un tenero grido d'azzurro
      La cerva del silenzio sperduto rapida passa
      Un usignolo straziato dall'amore canta sul
      Tuo corpo giardino di rose che ho colto
      I nostri cuori pendono uniti dallo stesso melograno
      E i fiori di granato nei nostri sguardi schiusi
      Cadendo poco a poco hanno coperto il sentiero.
      Vota la poesia: Commenta