Non c'è amore

Assorto guardo il ritratto dell'amore
una foto, mi lascio trasportare,
e penso...

Non c'è amore senza sentimento
pura essenza del cuore rapito

Non c'è amore senza passione
connubbio di fisico e ardore

Non c'è amore senza gioia
sorridere è come uccidere la noia

Non c'è amore senza parole
che proteggono il vero legame
tra due persone bisognose d'affetto,
dove la paura perde il sopravvento.

Non c'è amore senza dolore
poterlo insieme sconfiggere

Non c'è amore...
non c'è amore... senza te.
Walter Domer
Vota la poesia: Commenta

    Er Portone

    C'è 'na scritta su 'n portone
    che dice-lasciate ogni sperranza o voi che entrate-.
    Sapemo ste parole a chi sò rivorte,

    stamo a parlà de anime perse
    quelle che in un modo o nell'artro
    sò cascate a tentazione der peccato.

    Ponno esse mafiosi, ladri, banditi
    ma anche notai, avvocati e politici
    senza contà le monache cò li preti
    puro loro c'hanno 'n po' de peccatucci.

    Ma Cristo che quarcosa c'ha 'nsegnato
    disse-chi è senza peccato...

    mo dico alla gente benedetta
    - da retta a me statte attenta
    è vicina a tantazione
    volemose un po' più de bene.

    Pora mi madre che non è nostro Signore
    'na vorta disse:
    - se se chiude 'na porta se po' apri 'n portone-.
    Walter Domer
    Vota la poesia: Commenta

      Piove

      Piove sur monno 'nfame,
      tutto 'ntorno tace

      La gente core ai ripari,
      nessuno l'aiuta manco li frati.

      'Na vorta bastava 'na stretta de mano
      mò te ce vò er notaro.
      Er popolo sempre allegro
      era povero ma sincero.

      Adesso sò tutti 'ngrugniti
      me sembrano tanti burini,
      senza arte ne parte
      sempre de corsa, senza soste.

      È vero i tempi sò diversi
      i sordi sò sempre pochi,
      ma è corpa der Signore
      o der Santo protettore.

      No è solo dè capoccioni
      che c'hanno rotto li...
      bisogna strigne de quà
      risparmià de là

      aò e mica semo burattini
      a noi ce piaciono i bucatini,
      fate torna er sole c'è bisogno
      ormai è solo 'n sogno.

      Guarda continua a piove,
      piove... piove governo...
      Walter Domer
      Vota la poesia: Commenta

        Passione e sentimento

        Passione, valore incontrastato,
        desiderio forte dell'amore,
        risveglio di forza interiore.

        Il fuoco dell'anima spinge
        fino a... l'ardore,
        ultimo vero atto
        di un finale provato.

        Tutto nasce da un sentimento
        fra due cuori uniti
        nel tempo, mai distanti,
        provati, ormai forgiati.

        Forse la noia e il suo torpore
        che allontana la mente,
        rallenta in un fugace momento
        l'aura forte del sentimento.

        No nessuno potrà divider mai
        ne oggi... ne domani
        quel forte legame indissolubile
        fra sentimento e passione.
        Walter Domer
        Vota la poesia: Commenta

          Ciao fratè

          Quante vorte t'ho fatto addannà
          cò li scherzi su le scale
          i cartoccetti delle cerbottane,
          tutti giochi de 'nepoca lontana.

          Pure da i granni dovevi proteggeme
          ma eri sempre la, pronto a perdonamme.

          Ma tutto questo te piaceva perché... era 'n dovere,
          der resto nun te scordà eri er fratello maggiore.

          Mò, che l'anni sò passati le famije sò riunite.
          A Natale tutt'insieme cò le cene e li pacchetti
          tu scherzavi pijanno de petto... tutti.

          Quanto t'ho 'nvidiato fratè
          cò quella tua parlantina um po' cojonella
          avevi tutti 'ntorno a te,

          era bello sapè che c'eri
          bastava 'na chiamata, e ecco ch'eri pronto a core
          come e più de ieri.

          Ma er destino 'nfame era lì...
          pronto a strappà quer core
          tanto granne quanto pieno d'amore.

          E mò che te ne sei annato
          ogni cosa 'ntorno a noi è come vota
          piena de ricordi che c'hai lasciato.

          Però de 'na cosa sò sicuro, adesso starai a dì
          -Aò e che è sto strazio io stò ancora quì
          mica ve vojo lascià
          er core mio è sempre pronto
          quanno ve serve stà quà-.

          Te possino, c'hai sempre le parole pronte
          ma dacce 'npò de tempo
          e vedrai che tra 'n anno oppure dopo
          staremo tutti a ricordà quer ber sorriso.

          Però 'na cosa ta devo dì Sergè
          t'ho voluto e te vorrò sempre bene
          ... ciao fratè.
          Walter Domer
          Vota la poesia: Commenta
            Questo sito contribuisce alla audience di