Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: mehdi diciotti

Donna

Donna che non stai mai ferma
un'energia che non si placa
che mille ne pensi e mille ne fai
che credi sempre in tutto quello che fai
e quando ti dai
lo fai
che quando cominci sai sempre dove stai andando
che se sei convinta
non ti dai mai per vinta
che Dio ti ha dato il dono di partorire
perché nessuno come te sà amare
si sà sacrificare
pazientare, sopportare
per poi assaporare
l'attimo più bello
tuo figlio da abbracciare.
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: mehdi diciotti

    I pregiudizi contano

    I pregiudizi contano
    per quelli che gli ascoltano
    per quelli che si sentono
    al limite del monotono
    ossessi da pensieri
    oppressi si confondono
    non discutono
    non continuano
    ma assorbono

    i pregiudizi contano
    per quelli che non tentano
    ma osservano
    quelli che si lamentano
    quelli che non si accettano
    si compiangono
    poi si sfogano
    su che trovano

    i pregiudizi contano
    per quelli che subiscono
    invece di capire
    cercar di confrontare
    che le loro idee
    anche se a volte semplici
    opinabili
    ma valevoli
    le lasciano interrate

    i pregiudizi contano
    per quelli che si abbattono
    che accettano
    un'affermazione su di loro negativa
    anche senza spiegazione o motivazione
    semplicemente un'insieme di parole
    dettate giusto per far male
    da chi non si sà amare
    senza riuscire a capire
    che chi non si sa amare
    riesce solo ad odiare
    che chi non sa amare
    parla giusto per parlare.
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: mehdi diciotti

      Chi ha se stesso

      Sono uscito sotto la neve
      bianco candido subito sporcato
      ecco questi uomini
      che tutto annientano che si distruggono
      tutto si vendono
      non si capiscono
      che si contendono
      l'inutile e tendono
      a compiacersi
      ad ingannarsi
      a consolarsi
      con quello che posseggono
      e non comprendono
      quello che già hanno
      si accontentano
      di quello che comprano
      o che conquistano
      e non si accorgono
      che chi ha se stesso
      ha molto più di chi ha tutto il resto.
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: mehdi diciotti

        Invecchiare insieme a te

        Ho scritto qualcosa che ti volevo dire
        non guardarmi così che non riesco a parlare
        te la leggerò senza respirare
        che se mi fermo non so se posso continuare
        un poeta ti paragonerebbe a una stella
        direbbe, sei la più bella
        direbbe
        la tua forza è come il Nilo quando sfocia sul mare
        oppure
        il silenzio fa ancora più silenzio per sentirti camminare
        ti paragonerebbe al mondo intero
        direbbe, voglio seguire il tuo sentiero
        io no
        questo no
        sono parole che non riesco a pensare
        sono frasi che non arrivo ad inventare
        l'unica cosa che mi viene da pensare
        anche se può sembrare stupida e banale
        è che ti amo
        e che con te mi piacerebbe invecchiare
        e che la differenza tra il poeta e me
        è che io lo dico solo a te
        perché ti amo più di quanto ami me.
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: mehdi diciotti

          Un amore puro

          Dal sole quando sorge sai come farti abbracciare
          per te ridere è un po' come respirare
          che dei pensieri e dei problemi non ci si deve troppo preoccupare
          tanto col tempo si risolvono inutile esagerare
          quando sei andata via gli uomini han smesso di lottare
          non ne valeva più la pena
          non c'era più niente da conquistare
          con l'impazienza di un'infante che vuole imparare
          mi tempesti di domande tutto non si può spiegare
          io che il mio tempo volge al termine se non mi parli
          vorrei passarlo a seguirti oppure a cercarti
          io con la barba sempre incolta ed i capelli bianchi
          che continuo a scrivere così, per non rassegnarmi
          sò che non lo dovrei fare
          non dovrei amarti
          tu sei un frutto troppo alto anche ad arrampicarsi
          ma poi chi l'ha detto che l'amore deve essere per forza ricambiato
          nell'amore quello vero l'importante è dare
          tutto il resto è egoismo smania di possedere
          è vanità e presunzione, l'obbligo di piacere
          poi il perfetto vola via con lo stare insieme
          bisogna diventare vecchi per poterci arrivare
          ed abitarsi tutto il giorno ad aspettare
          il mio passato ed i miei sogni sono il mio futuro
          io tanto troppo vecchi questo è sicuro
          però vivo di un'amore
          un'amore puro.
          Vota la poesia: Commenta