Poesie di Walt Whitman

Poeta, scrittore e giornalista, nato lunedì 31 maggio 1819 a West Hills, New York (Stati Uniti d'America), morto sabato 26 marzo 1892 a Camden, New Jersey (Stati Uniti d'America)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Silvana Stremiz

A una semplice prostituta

Non scomporti - sii a tuo agio con me - sono Walt Whitman, liberale e forte come la Natura,
e finché il sole non ti eviterà, non sarò io ad evitarti,
finché le acque non si rifiuteranno di brillare per te, né le foglie di frusciare per te,
le mie parole non si rifiuteranno di brillare e stormire per te.

Piccola mia, fisso con te un appuntamento, e ti chiedo di prepararti per essere degna
di questo incontro,
ti chiedo anche di essere paziente e pura finché io giunga.

Per ora ti saluto con uno sguardo eloquente affinché tu non possa dimenticarmi.
Walt Whitman
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Silvana Stremiz

    Poeti estinti, filosofi, preti

    Poeti estinti, filosofi, preti,
    martiri, artisti, inventori, governi d'un tempo,
    forgiatori di lingue su altre rive,
    nazioni un tempo potenti e ora indebolite, contratte o desolate,
    io non oso procedere finché non v'abbia rispettosamente dato credito
    di quanto avete lasciato sparso quaggiù,
    io l'ho esaminato, riconosco che è ammirevole, (essendovi passato in mezzo, )
    penso che mai nulla potrà essere più grande, nulla potrà mai meritare più di quanto
    esso meriti,
    mentre lo contemplo con attenzione, a lungo, e poi lo congedo,
    io sto al mio posto coi miei giorni qui.

    Qui terre femminili e maschie,
    qui eredi e ereditiere del mondo, qui la fiamma della materia,
    qui la spiritualità mediatrice, apertamente riconosciuta,
    sempre protesa, il risultato delle forme visibili,
    colei che soddisfa ed ora avanza dopo la debita attesa,
    sì, ecco avanzare la mia signora, l'anima.
    Walt Whitman
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Silvana Stremiz

      Canto il se stesso

      Canto il se stesso, la semplice singola persona,
      tuttavia pronuncio la parola Democratico, la parola In-Massa.

      L'organismo da capo a piedi io canto,
      nè la fisionomia nè il cervello sono degni da soli della Musa,
      io dico che la forma completa è di gran lunga più degna,
      e la Femmina canto come il Maschio.

      Canto la vita immensa nella sua passione, impulso e forza,
      felice per le azioni più libere sotto le leggi divine,
      canto l'Uomo Moderno.
      Walt Whitman
      Vota la poesia: Commenta
        Questo sito contribuisce alla audience di