Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: V. Iustiniana

Amore lontano

Amore mio sei lontano... e come grido...
come piango, con lacrime assettate di dolore
ogni frangente de mia vita
chiamandoti, implorandoti e pregando
di arrivare qui... da me... a coccolarmi
ad amarmi
Mi manchi tu Amore mio...
mai conosciuto, mai incontrato
mi manchi tu che sai amarmi come se fossi la tua stella
portandomi in volo alto e non lasciarmi mai cadere
ti chiamo qui a compartire. emozioni senza voce
ti chiamo qui gridando... Amore vieni... ti aspetto
nella speranza... che un giorno a fianco a me camminerai
ed abbracciarmi su un letto di rose e felicita
potrò toccare la tua pelle,
potrò assaggiare il tuo sapore
sentire quello mai sentito...
e tu, felice mi dirai
silenzio Amore...
sto qui con te tranquilla, non devi più parlare.
adesso tu... potrai solo Amare

Amore mio, sei lontano...
ma dentro me lo so, ti sento,
quando mi tocchi il cuore dolcemente
con sentimenti, che solo i dei possono provare
sei qui con me
ogni momento ogni instante...
sei aria che tocca il mio viso
sei vento che sospira la mia porta.
sei nuvola che viene con la pioggia
sei l "amaranto in paradiso.

Amore mio, sei lontano...
dai vieni qui ti prego, solo un attimo, un instante
a regalarmi senza sosta
l" Amore che lo sempre amato
L"Amore che con te ho trovato
Quale il cuore tanto ha desiderato.
Composta venerdì 30 dicembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: V. Iustiniana

    Amore mai perduto

    Amore mai perduto...
    Se chiudo gli occhi e penso a te,
    mi arrivano dolci brividi
    scorrendo tra le mie vene pian piano...
    poi più forte
    più forte ancora e scendono più giù e tremo...
    e sento le tue mani che mi a carezza il viso...
    ti sento... sei aria, sei nebbia, sei giorno e la notte
    sei tutto...
    . Adesso tu mi parli mi dici sussurrando...
    vai avanti, sarò con te adesso, sarò con te per sempre,
    sarò con te, in tutte le tue vite.
    tu solo non fermarti e lascia fare a me
    ti chiedo solo fidati e lasciati andare,
    e lasciati volare
    non devi aver paura non devi più tremare
    Sarò con te, proteggerò tuoi sogni come una dolce culla
    non devi aver paura...
    tu... comincia a sognare...
    ti insegnerò sognare, ma... lasciati andare portata
    dalle onde del mare
    chiamato... vita
    Ancora ad occhi chiusi ti chiedo... ma chi sei
    e come fai sapere de tutti sogni miei?
    De quelli mai sognati di quelli più nascosti
    del mio desiderio nascosto dentro il cuore?
    E tu... mi parli ancora...
    non sai chi sono?
    non sai che sono?
    non mi hai riconosciuto?
    Ho ai paura forse di dirlo con certezza?

    Quando tu pensi a me, la tua mente vola
    come una farfalla lieta
    che ogni tanto... posa, solo a sentire,
    profumo di una rosa... con petali di seta
    Quando ti sto vicino il tuo cuore batte, più forte
    come un tamburo pazzo che grida nella notte
    Con me, lo sai ballare sulle stelle,
    e sentirai il vento toccando la tua pelle
    e non pensando più a quello che temevi...
    Perché, parlando con me scorderai i giorni passati
    quelli che senza Amore non sono mai nati...

    Adesso sai chi sono, mi hai riconosciuto?
    o devo ancora dirti che sono il Amore che non avevi... mai perduto?
    che ero solo messo in un angolo sperduto
    del tuo cuore caldo, docile e ferito...
    Composta sabato 31 dicembre 2011
    Vota la poesia: Commenta