Scritta da: Vito Rattoballi

A dopo... primi appunti nel mattino di primavera

Vorrei sognare le mie cravatte Lautrec
appese qua e là
nella cabina armadio.

Sembra una buona cosa:
e uscire nella stanza
piena di rondini:
sentire il loro sguittare:
e dormire
in quel letto marocchino.

Accanto immobile
un buddista fa ruotare
le sue preghiere.

Credo che sono pronto
a morire
rigenerato alle
nuove vite del cosmo.
Vito Luciano Rattoballi
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Vito Rattoballi

    Riproposizione

    Riprendo il segno,
    come ieri,
    fra le spiaggie del caricatore
    e il mediterraneo,

    Appendo il respiro e gli occhi
    e gli odori di queste
    terre del Sud,
    Sud del Sud:

    mi disse
    e, volli restare!

    Mi piace guardare
    le infinite spiagge
    di Marza,
    deserte.
    A les epaules
    le dune di sabbia,
    la boscaglia
    e il vento che qui ci accoglie.
    Salvo il suono
    di un mare
    che possa ancora
    ricordare
    o ricordarmi.
    Vito Luciano Rattoballi
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di