Questo sito contribuisce alla audience di

Scritta da: jova6971

Cercasi Acquirente Abbastanza Affezionato

Porto bambole di cera
mica roba da niente. Povere
senza fine né scopo, solo
per essere giudicati, guardati
e criticati. Senza vita
e di edizione limitata
a loro ogni
speranza è ormai vietata.
Ambizione, orgoglio compaiono
solo come moniti e per
niente impauriti da vulcani
ancora inesplosi, badano
ad abbronzare ciò che di più
chiaro hanno.
Composta lunedì 26 aprile 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: jova6971

    Io Mi Chiamo Come Vuoi Tu

    Muffa del rapporto umano
    il contesto è. Senza nomi ed
    inganni, né salute
    e malanni, solo per veder
    ciò che serve nei
    tuoi occhi mar verde.
    Ciao come va? Beh che si fa?
    Inutili sproloqui. Inutili
    cartoni che si fingono carte.
    Prega Giove, Zeus e Marte
    ma la risposta mancherà a chi
    dentro sé non cercherà.
    Incredibile. Quanto ciò che di più
    utile cerchiamo, è nel nostro braccio e
    ce ne dimentichiamo. Non
    dimenticare mai...

    Negli occhi la nostra anima
    grida come un amico
    che entro me accetta la sfida.
    Composta martedì 13 aprile 2010
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: jova6971

      Come il vento

      Come il vento che i
      rami scuote e le foglie
      percuote e col tempo
      perdonar si fa, anche noi
      lontano sia qui che quando
      capiremo che scelta giusta non v'è
      se non lottando
      insieme e non contro
      che sia un ideologia
      od un mostro, come la destra
      e la sinistra uniti e dal cuore
      collegati, anche noi, forse,
      potremo essere amati.
      Composta martedì 13 aprile 2010
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: jova6971

        Incontrarsi Ancora

        Bello, camminare
        ridere e sognare con
        te che seguendo le mie tracce
        mi indichi la via.
        Peccato, che per la
        mano che ti porgo
        tu rispondi che non voglio.
        Sogno, ritornare a pensare
        che solo insieme si può
        amare e finalmente ritornare.
        Incubo, aprire gli occhi
        e nell'oscura luce riconoscere
        la pallida oscurità di te
        che non ci sei.
        Vita, tutte le strade
        non portano a Roma
        ma ad incontrarsi ancora.
        Composta martedì 13 aprile 2010
        Vota la poesia: Commenta
          Scritta da: jova6971

          Green Lullaby

          Non è forse vero che siamo tutti fratelli
          e che ci terremo sempre per mano
          sia con i buoni sia con i monelli?

          Non è forse anche la foglia dell'albero lontano
          che d'autunno dolcemente cade
          in sé qualcosa di speciale, un regalo?

          Non è forse meglio di ricevere il dare
          perche senza litigare
          noi faremo del bene il mare?

          Non è forse vero che tra bianchi e neri
          buoni o monelli
          lacrime e sorrisi, i colori più sinceri?
          Composta martedì 13 aprile 2010
          Vota la poesia: Commenta