Questo sito contribuisce alla audience di

Poesie di Vincenza Molvetti

Nato lunedì 23 novembre 1987 a Napoli (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi, in Racconti, in Frasi per ogni occasione e in Diario.

Scritta da: Vincenza Molvetti

Dispersa come frammenti di un puzzle

E sto ancora qui,
seduta alla riva di un fiume a pensarti,
ad affogare pensieri in una sola lacrima...

lacrima che bacerà queste acque...
che sarà trasportata da fiume in fiume, per poi abbracciare il suo oceano...

quanto è immenso...
ed ora seduta su una banchina, oltrepasso con la mente questo oceano di incertezze e dubbi, di ricordi sbiaditi, di immagini impresse...

eppure quanto è bello...
quanto è bello stare qui seduti a fantasticare su questa immensità che si tinge di colori celestiali ma che nasconde nel suo profondo frammenti dispersi di questo puzzle chiamato vita...

Vita... tu sei la mia vita.
Lo so è semplice a dirlo ma tu hai il potere di leggere dentro il mio cuore...
tu,
tu solo che conosci le rime del nostro immenso Amore.
Composta mercoledì 14 aprile 2010
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Vincenza Molvetti

    Il tuo nome...

    Sento ancora il tuo profumo che mi inebria l'anima
    quando percorro i sentieri dei nostri ricordi...

    e questa grandezza dell'universo si inchina all'amore che provo per te

    mio grande amico,
    mio Papà
    quanti versi potrei dedicarti,
    quanti pensieri rivolgerti,
    quanto è immenso questo mio "amarti"

    luce chiara e accecante
    ti ha portato via da me in un istante...
    istante fugace, breve
    inaspettato e mai sperato.

    Le tue braccia forti e rassicuranti
    mi sembra ancora di sentirle intorno a me
    la tua forza la tua tenerezza
    una tua carezza che sa di leggerezza...

    quanto amore in un verso imperfetto
    quanto amore che non conosce difetto...

    papà la più bella poesia è composta dal tuo nome...
    Luigi...
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Vincenza Molvetti

      Tutta la vita non basterà

      Tutta la vita non basterà...
      Tutta la vita non mi basterà a dimenticare:
      quei tuoi occhi grandi e colmi di felicità,
      quelle labbra rosate che spiccavano solo verità.

      No, nonna, tutta la vita non potrà mai bastare:
      per alleviare lo sconforto del passato,
      per accettare che ciò che non "doveva essere", invece è stato.

      Breve e fugace è stato il tempo che mi ha visto accanto a te ma,
      lunghi e felici sono stati gli attimi vissuti insieme a te.

      Ricordo le partite a carte che facevi con il nonno mentre io e gli altri vi giravamo intorno...

      Ricordo i film visti insieme, sedute l'una accanto all'altra sul divano,
      laddove assaporavamo il gusto denso della tua cioccolata piano, piano.

      Ricordo la tua chioma folta e dorata,
      l'eleganza nel vestire,
      la bontà e l'amore di cui eri dotata...
      ... chissà quante t'hanno, perfino, invidiata...

      Non mi basterà tutta la vita:
      per rimproverarmi di non aver trascorso più tempo assieme a te;
      per averti dato così poco mentre tu donavi così tanto e, non solo a me...

      Maria di nome e... di fatto,
      nessuno al mondo potrà mai sostituirti o somigliarti,
      nemmeno in un tratto.

      Mi manchi nonna, e tu sola sai quanto,
      restami accanto ancora più tanto.
      Non è un vero poeta che sta ad elogiarti,
      ma tua nipote che non vuol mai smettere di amarti.

      Non mi basterà tutta la vita per dimenticarti:
      prima perché farlo non voglio e, secondo perché un giorno spero di riabbracciarti.

      Ti amerò per sempre.
      Vota la poesia: Commenta