Scritta da: Vincent

Incominciare a rinascere

Seduto sul letto, penso...
guardo il mio presente
vi trovo tutto
il mio passato e tutto il futuro che verrà
Esperienze dolorose che per quanto voglia dimenticare,
ritornano sempre, pronte a rimettermi alla prova
Le sento dentro che dicono: Saremo sempre con te.
Non basta piangere, non basta scusarsi, sono li, pronte
a rovinarti momenti piacevoli.
Vorresti nasconderle, ti vergogni di loro, ma non puoi.
Loro sanno tutto...
Non è facile confidarti, raccontarlo a qualcuno
Lo fai solo con chi credi che merita, merita di conoscere il tuo essere più profondo,
non lo fai per compiacerti e neppure per giustificarti, sei stato già giudicato tante volte, può bastare.
Lo fai solo perché senti bisogno di onestà, come ossigeno... si, sei a corto di onestà, manca come l'aria.
Lo racconti
con molto rispetto
con immensa gratitudine
e tanta paura
Con una lacrima racconti la tua vita.
Non mi giudichi, non t'importa... mi capisci.
e nel momento in cui percepisco questo
Sento di poter incominciare a rinascere...
Vincent Nasti
Composta lunedì 12 settembre 2011
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Vincent

    Riflesso

    Ferma lo guardavi con curiosità
    Il tuo sguardo era sfuggente,
    anche quando gli eri di fronte
    niente di te lo meravigliava.
    Ti seguiva in ogni tuo gesto
    catturando ogni tuo singolo movimento.
    L'hai odiato perché freddo davanti ai tuoi dubbi
    non potevi toccarlo ne colpirlo
    Lui così vicino, ma tanto indifferente
    Un critico che con sicurezza esprime il suo giudizio.
    Ascolta tutti ma le sue decisioni sono irremovibili.
    Non puoi corromperlo.
    Ti rendi conto
    che puoi solo sfuggirgli
    o accettare quello che dice
    anche se a volte non è verità.
    Vincent Nasti
    Composta lunedì 12 settembre 2011
    Vota la poesia: Commenta
      Questo sito contribuisce alla audience di