Poesie di Valerio Varaldo

Guardia Giurata, nato sabato 7 dicembre 1974 a Acqui Terme (AL) (Italia)
Questo autore lo trovi anche in Frasi & Aforismi e in Frasi per ogni occasione.

Scritta da: Valerio Varaldo

Tempo d'amore

Ecco il tempo passare
inesorabile
nemmeno ti osserva
nemmeno sa che esisti.
Per lui sei passato.
Non c'è futuro.
Ti attraversa.
Ti provoca dolore.
Le ferite sono tante
difficile rimarginarle
d'un tratto mi appari.
Sei entrata nella mia vita
nella mia mente.
Ma prima ancora nel mio cuore.
Con te posso ricominciare.
Posso credere che l'Amore non è estinto.
Che il tempo si può fermare.
Che si può ricominciare ad amare.
Mi sento vivo grazie a te.
Stai medicando ferite che pensavo perse.
Sei la visione celestiale dell'Amore.
Quello vero.
Ora vorrei solo piangere
perché ogni lacrima vale più di mille parole.
Ti Amo.
Valerio Varaldo
Composta venerdì 27 novembre 2009
Vota la poesia: Commenta
    Scritta da: Valerio Varaldo

    Dolce cucciolo

    Ciao dolce cucciolo.
    Ti guardo negli occhi.
    Ti tengo la mano.
    Ti parlo col cuore.
    Non chiedermi... Perché a me?
    Non saprei risponderti.
    Mi sono fatto la stessa domanda.
    La tua...
    lezione di vita
    che molti dovrebbero avere
    per amare quello che hanno.
    La vita...
    Conosco tanta gente
    tanti sono morti dentro.
    Troppi non sono mai nati.
    Pochi sanno amare la vita.
    Ma tu...
    Dolce cucciolo
    amico mio.
    Tutti da te possono imparare
    forse è questa la risposta.
    Così giovane così uomo.
    Così fragile così maturo.
    Così dolce così guerriero.
    La tua è la più dura delle battaglie
    ma tu sei forte.
    Non arrenderti mai.
    Lotta sempre ogni istante.
    Sei come un albero
    arso dal fuoco della vita
    che affonda le sue radici nella terra.
    Non aver paura se una lacrima
    oscura il tuo piccolo viso
    scendendo diventerà un sorriso.
    È un onore conoscerti
    starti vicino.
    Non temere la morte
    perché vivrai in me per sempre.
    Sarai in ogni mio respiro
    In ogni mio sorriso.
    In ogni mio gesto.
    In ogni mio pensiero.
    Sei il gioiello di mamma e papà
    di rara fattezza e inestimabile valore.
    Il gioiello che Dio cerca
    per rendere più prezioso il Paradiso.
    Tra poco verrà alla luce
    un nuovo angelo
    che saprà donarmi un sorriso
    regalandomi una lacrima.
    Un cucciolo di angelo.
    Il mio angelo.
    Grazie di avermi insegnato a vivere.
    Ti abbraccio forte
    dolce cucciolo del cielo.
    Valerio Varaldo
    Composta venerdì 31 luglio 2009
    Vota la poesia: Commenta
      Scritta da: Valerio Varaldo

      Da lassù...

      Dicono che il tempo fà passare tutto
      è vero tutto passa.
      Tutto finisce.
      Aspettiamo sulle sponde
      del fiume della vita.
      Un attesa inesorabile
      per un fine misterioso
      Realtà...
      Sogno...
      Ecco le mie virtù.
      La forza stà nella mente e nel cuore
      di ognuno di noi.
      Lascia che la tua mano mi raggiunga
      sostieniti a me.
      Sò che esisti.
      Ho ascoltato le tue preghiere.
      Sono scappato da quell'angolo di Paradiso.
      Sono divenuto uomo per te.
      E come l'albero apre i suoi rami al vento.
      Tu ora aprimi il tuo cuore
      permettimi di prenderne parte.
      Una parte importante.
      Ogni singolo battito sarà meraviglioso
      purché vissuto con Amore.
      Ora ti faccio un dono.
      La vita.
      La mia...
      Valerio Varaldo
      Composta giovedì 30 luglio 2009
      Vota la poesia: Commenta
        Scritta da: Valerio Varaldo

        La Morte

        Ho coscienza che esisti.
        Osservo ogni tua forma.
        Sorrido al tuo nome.
        I miei pensieri si infrangono.
        Non trovo risposte.
        Troppe sono le domande.
        Cerchi una vita
        un'altra...
        da portare via.
        Per ora
        la mia non l'hai avuta
        consapevole
        che un giorno ci rincontreremo.
        Verrai da me in silenzio
        ed osservandomi
        con un cenno della mano
        mi chiamerai a te.
        Io forse ti risponderò
        oppure ti deriderò
        nuovamente vincitore
        della battaglia della vita.
        La più grande e dura
        di tutte le battaglie... l'esistenza.
        Mi sei stata vicina.
        Sdraiata sul letto.
        Abbracciata a me.
        Fermavi le mie mani
        che volevano allontanarti.
        Scrutavi i miei occhi.
        Avvertivo ogni tuo pensiero.
        Osservavo gli sguardi tristi ma stupiti
        della gente intorno a me.
        Le lacrime non si contavano
        ma io sorridevo.
        Ora siediti e aspetta.
        Riposa.
        È un ricordo il tuo freddo abbraccio
        il tuo ghigno di scherno
        come tu sola sai fare.
        Non avrai altro da me.
        Io devo ancora sognare.
        Sognare la vita.
        Una vita senza te.
        Inizia ora il mio sogno infinito.
        Valerio Varaldo
        Composta lunedì 20 luglio 2009
        Vota la poesia: Commenta
          Questo sito contribuisce alla audience di